Logo farmacieFarmacie di turno


Paolucci Dott.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia diventa un museo a cielo aperto con il progetto MUSA

Inaugurazione l'8 marzo, quando verrà istallata la "Donna al sole" di Schiavoni davanti all'Ex Gil

Tuttosenigallia.it
progetto MUSA

I luoghi più suggestivi della città impreziositi dalle riproduzioni di alcune opere moderne e contemporanee dei più grandi scultori senigalliesi del Novecento, con l’obiettivo di creare un percorso artistico di scultura urbana di straordinario fascino e capace di arricchirsi con nuove future opere di artisti viventi.

È il progetto MUSA (Museo Urbano di Scultura dell’Adriatico) curato da Architettura CpiuA di Ceccarelli e associati, che vuole essere un’importante occasione per riflettere sulla costruzione di un sistema culturale come nuova strategia di sviluppo per valorizzare il patrimonio artistico-monumentale di Senigallia, con l’obiettivo di promuovere in Italia e all’estero la città e destagionalizzare l’offerta turistica.

La prima opera di questo ambizioso progetto la cui prima fase prevede l’istallazione di quattro sculture di Romolo Augusto Schiavoni, Silvio Ceccarelli ed Enrico Mazzolani, verrà inaugurata domenica 8 marzo alle ore 16,30, in occasione della Giornata internazionale della Donna, di fronte al Palazzo Nuova Gioventù.

Si tratta della scultura in bronzo “Donna al sole” di Schiavoni, artista scomparso nel 2008, a cui Senigallia e le Marche devono importanti opere come il monumento ad Anna Frank, collocato nei giardini di via Capanna, e il celebre monumento al partigiano di Arcevia. Dopo la morte, alcune delle sue opere sono state donate dalla famiglia al Museo comunale di Arte moderna, Informazione e Fotografia, entrando a far parte del patrimonio cittadino.

All’iniziativa prenderanno di domenica interverranno il sindaco Maurizio Mangialardi, il direttore del Musinf Carlo Emanuele Bugatti e il prof. Ludovico Pratesi.

La “Donna al sole” costituisce l’avvio del primo stralcio del progetto, mirato a valorizzare lo spazio dei rinnovati Giardini Catalani, che sarà oggetto di tre istallazioni volte a esaltare l’arte moderna senigalliese al di fuori degli edifici museali: una di Enrico Mazzolani, “Anacreontica”, e due di Silvio Ceccarelli, “Grande Eva” e “Viaggiatore III classe”. Le opere sono state realizzate nella storica fonderia Paoletti di Ancona.

Mangialardi: “E’ il più grande evento artistico riferito alla scultura che si tiene nella Regione Marche. E’ un progetto ambizioso, di cui andare fiero. L’acronimo MUSA sta per Museo Urbano di Scultura sull’Adriatico, ed è proprio questo il nostro intento: far diventare Senigallia un museo a cielo aperto“.

Architetto Fabio Ceccarelli, ideatore del progetto: “Il primo obiettivo è trasmettere la storia e la cultura dei grandi scultori senigalliesi del ‘900 attraverso le loro opere. Il secondo aspetto è legato ad una dimensione nazionale e internazionale che si vuole dare alla città, con un occhio al turismo. MUSA è un progetto affascinante e stimolante, che non ha eguali attualmente in Italia. La “Donna al sole” di Romolo Augusto Schiavoni è la prima parte di un segmento che prevede la visibilità di altre 3 opere (“Grande Eva” e  “Il viaggiatore III classe” di Silvio Ceccarelli, “Anacreontica” di Mazzolani). Sarà interessante la modalità con cui queste opere verranno messe a disposizione dei visitatori“.

Assessore Stefano Schiavoni: “Volevo ringraziare, e non come assessore, Fabio e Marco (Ceccarelli, ndr) per quanto realizzato, la passione e la professionalità che hanno investito su un progetto tanto ardito quanto valido”.

Marco Ceccarelli: “Mettere in atto un’operazione simile non è cosa semplice. La nostra è anche una scommessa: valorizzare il grande passato artistico di cui disponiamo e usarlo come finestra da aprire sul futuro“.

Mangialardi: “Ci tengo a rimarcare che il primo ad aver creduto nel progetto MUSA, anche economicamente, è stata la Fondazione Cassa di risparmio di Jesi, e poi i soggetti privati, a cui va il nostro più sentito ringraziamento”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura