SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Punto Più Senigallia - Svendita totale sottocosto

Senigallia, dopo il maltempo la situazione sta tornando alla normalità

Riaprono i negozi ma ancora allagati i sottopassi al Cesano, a Marzocca e Montemarciano. FOTO, VIDEO

La piena del fiume Misa a Senigallia

La situazione nelle Marche, dopo il maltempo che ha imperversato soprattutto sulla fascia costiera adriatica, sta lentamente tornando alla normalità. Il mare grosso, sferzato dal vento della nottata tra il 5 e il 6 febbraio, ha ora un moto ondoso meno agitato, riuscendo così a ricevere le piene dei fiumi ingrossati per le consistenti piogge.

A Senigallia il livello dei fiumi Misa e Cesano sta rientrando sotto i livelli di allarme e la situazione, pur continuando il monitoraggio del Centro operativo comunale, sembra non destare più preoccupazione.
Per quanto riguarda invece lo stato di fossi e scoli dobbiamo registrare che fosso della Fornace è tracimato a Borgo Bicchia nella prima mattinata per poi rientrare contestualmente all’abbassamento del livello del fiumi e alla diminuzione delle piogge. Così come il fosso San Gaudenzio, sempre nella stessa zona, ha causato l’allagamento della zona artigianale. GUARDA LE FOTO
In centro storico a Senigallia si è registrata solo la piena del fiume che non è fuoriuscito e ora si è abbassato notevolmente.
Alla luce del miglioramento della situazione meteo, il Comitato operativo comunale ha deciso di sospendere l’obbligo di chiusura degli esercizi commerciali del centro storico: tutte le attività potranno dunque riaprire regolarmente.

Più problematico è invece lo stato dei sottopassi allagati al Cesano, zona Piramidi, e in tutto il lungomare sud fino a Marzocca (lungomare Italia) e Marina di Montemarciano (Lungomare Achille Buglioni).
Una cabina sulla spiaggia di Marzocca è stata completamente divelta e spostata data la forza dell’acqua del mare che ha invaso la strada del lungomare scavalcando il muretto parasabbia fino ad entrare in alcune abitazioni private.

A Marina di Montemarciano il mare, oltre ad invadere i sottopassi, si è fatto letteralmente breccia in alcuni tratti di parasabbia, riversando sulla strada detriti, ghiaia e sporcizia, oltre ai rami degli alberi spezzati dal vento. In un tratto di lungomare A.Buglioni a venir spostati sono stati proprio i lastroni di aslfalto come si vede nella foto (tratta, come le altre, da Facebook), riproponendo il solito problema dell’erosione costiera: questa mareggiata ha fatto nuovamente tornare alla ribalta i limiti dei piani approvati negli anni passati per limitare il fenomeno.

Nonostante il miglioramento rimane ancora lo stato di pre allerta, con il costante monitoraggio dell’evolversi delle condizioni meteo.

Commenti
Solo un commento
leofax 2015-02-06 16:36:30
Come si può notare nel video (Parte 2), se la vecchia entrata sulla Darsena Bixio fosse adeguatamente aperta rispetto alle infinitesimali paratie odierne, avremmo uno sfogo per il fiume come se fossero delle vasche di espansione naturali. Per quanto riguarda la foce, se il molo di Levante fosse più lungo dell'avamporto, come dovrebbe essere, e il banco di sabbia presente da anni venisse rimosso, il mare riceverebbe il fiume con maggior risultato. A quando questi lavori oramai improcrastinabili?
Leonardo Maria Conti
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura