SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Web design, costruzione siti internet

Commissione d’inchiesta alluvione, il sindaco Mangialardi replica a Mancini

"Faziosità che disprezza le più elementari regole democratiche"

3.796 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi

Prima ancora che il contenuto clamorosamente fazioso e volto a distorcere i fatti realmente accaduti, a lasciare senza parole è la totale assenza di rispetto per le istituzioni e per i cittadini di Roberto Mancini, presidente della commissione d’inchiesta sull’alluvione del 3 maggio“.

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi replica alle esternazioni fatte a mezzo stampa dal presidente della commissione d’inchiesta sull’alluvione del 3 maggioRoberto Mancini.

Mancini – prosegue il sindaco – aveva ricevuto mandato da tutto il consiglio comunale e questa, nel rispetto delle più elementari regole della democrazia, doveva essere la sede della discussione e del confronto. Perciò, aver reso pubblica a mezzo stampa la mistificante relazione da egli redatta e votata solo dalla minoranza in seno alla commissione, rappresenta senza dubbio una grave strumentalizzazione ad uso esclusivamente politico, indegna del ruolo istituzionale che egli ha ricoperto negli ultimi sette mesi“.

A testimonianza della malafede politica che ha guidato questa sua scelta – spiega Mangialardic’è il fatto che, proprio per il ruolo di garanzia ricoperto in qualità di presidente della commissione, Mancini avrebbe quanto meno dovuto rendere noti anche i contenuti della relazione votata e approvata dalla commissione. Cosa da cui si è ben guardato“.

Per ciò che concerne il merito – conclude – mi esprimerò solamente dopo aver letto attentamente entrambe le relazioni e partecipato alla discussione in consiglio comunale. Per il momento mi limito ad auspicare che nell’ambito dell’inchiesta che la magistratura sta conducendo vengano verificate le bugie, le ingiurie e le falsità sull’operato mio e dell’intera amministrazione contenute nelle dichiarazioni virgolettate di Mancini, e che siano intraprese azioni conseguenti qualora emergesse il chiaro intento diffamatorio“.

Sindaco Maurizio Mangialardi

Commenti
Ci sono 8 commenti
un povero tra i poveri (di politica) 2015-01-21 14:56:41
"SENTIMENTO" Dopo aver letto l'articolo ...... rimango quasi senza parole ...., anzi, me ne viene solo una per esprimere quello che provo per il sindaco, in senigalliese, (POVERINO.....).
Sebastian
Sebastian 2015-01-21 15:27:25
Fin troppo tenero è stato il Presidente Mancini caro Sindaco...
Indiana Pips
Indiana Pips 2015-01-21 15:29:28
Sindaco agitato, Sindaco preoccupato...
fredvargas
fredvargas 2015-01-21 15:41:49
“Il resto è tutto alla difesa del diritto ad edificare in questa città. Per cui dal nostro punto di vista, sarebbe stato opportuno esprimere ... tutto quel programma che questa Amministrazione ha in mente, per tutelare quei cittadini che vivono oggi nel centro storico di
Senigallia. Invece l’Amministrazione Comunale si è organizzata e si è attivata per controbattere
solo sul tema delle perimetrazioni. Perché il punto in questa città è che la sicurezza è un valore
sotto ordinato rispetto al diritto ad edificare.”
E' questa una delle dichiarazioni virgolettate di Mancini che, a suo dire, sono da verificare come bugie, ingiurie e falsità e che sono passibili di azioni conseguenti qualora emergesse il chiaro intento diffamatorio“? Vorrebbe quindi dire che questa cosa non è mai stata detta? Vorrebbe negare che ci sia stato un declassamento delle aree a rischio e una riduzione delle stesse? Siamo sicuri che quella di Mancini sia "una una grave strumentalizzazione ad uso esclusivamente politico" invece che la semplice e doverosa messa al corrente di una delle relazioni uscite dalla commissione? Uscirà presto anche quella della maggioranza, a quanto ho capito, sarà il caso di riversare tutto questo livore?
BlackCat
BlackCat 2015-01-21 16:25:11
Daje di querele, lo sport nazionale di chi non ha più argomenti per controbattere. Il metodo del pregiudicato Silvio Berlusconi impera.
Pluto
Pluto 2015-01-21 18:45:28
La querela è nell'anima del PD da sempre, chi non ricorda i 5 milioni di lire che D'Alema chiese a Forattini perchè si offese per una vignetta? Querela poi ritirata visto che tutta Italia lo spernacchiò per bene...Senigallia non è da meno, quando li si tocca sul "nervo sciatico" apriti cielo, corrono subito dai loro amici avvocati, quelli che con il Comune di Senigallia fanno bei affari viste le parcelle dei contenziosi che presentano...tutto il mondo è paese! Il 17 maggio rivotateli...così dal "patto del Nazzareno" passeremo al "Patto del ballottaggio"...
maria garbini 2015-01-21 22:38:17
Così abbiamo "minaccioso-furioso" il sindaco, che forse si reputava eroe-santo-subito nelle vicende dell'alluvione ? Ha paura..... di non essere rieletto a maggio?
Certi ritardi cominciavano ad essere preoccupanti e Mancini li ha spiegati con la sua relazione precisa. Altri sono spiegabili solo dal (desiderato?) rinvio a dopo le elezioni. Spero solo che i mesi che passano non abbiano ridotto la rabbia dei disastrati-infangati e vadano al voto massicciamente per recuperare l'onore della città che hanno lasciato in balia di una minoranza democrat alle votazioni europee. Ricordiamoci che allora i compagnucci ottennero (?) la percentuale più alta in confronto agli altri PD delle Marche. ..........610-s.n.d.
maria garbini 2015-01-22 10:46:13
Abbiamo visto spuntare, timido su V.S., il primo cammelliere che sa (?) o spera nell'intervento magistrale per riabilitare L'ENCOMIABILE gestione sindacale dell'alluvione. Mi stupisco, invece, del silenzio tombale dei consiglieri d'opposizione e dei GRuLLINI che hanno avallato la relazione Mancini!!!!!!???????? .......suddito 610
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura