SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Tutto è bene quel che finisce bene”: pace fatta tra Marcello Liverani e Stefano Canti

Il candidato sindaco di Nuova Senigallia non querelerà per la frase scritta su Facebook

Il messaggio di rettifica di Stefano Canti

Appianati i “dissidi”tra il sottoscritto e Stefano Canti. Il ragazzo, quando ha saputo della querela che gli avrei fatto, in maniera intelligente e corretta mi ha cercato per incontrarmi e parlami. Ci siamo quindi visti per un caffè e, lo devo dire, in maniera molto simpatica e civile abbiamo chiarito l’incomprensione che era nata da una Sua frase che aveva scritto nei miei confronti.

Stefano Canti si è scusato con un fare molto garbato e corretto, ha anche scritto una smentita sulla sua pagina di Facebook, quindi per il sottoscritto non esistono di certo più i presupposti per una querela visto che ha constatato che non avevo mai diretto quella rivista online intitolata “Atuttadestra”..

Non sono di certo una persona cattiva o vendicativa, essendo in campagna elettorale Stefano Canti si era un pochino lasciato trasportare dalla “battaglia politica”, ma essendo un ragazzo sveglio e intelligente ha poi compreso l’errore e si è prontamente scusato. Tra persone serie e civili è così che ci si comporta.

Anche lui sarà attivo in questa tornata elettorale visto che si candiderà o nella lista di Mangialardi o in un’altra appoggiandolo, quindi di gran lunga preferisco lo “scontro” politico e non quello legale. Nella chiacchierata pacificatoria abbiamo anche parlato di politica in generale, e su diversi argomenti concordavamo anche essendo e venendo da due posizioni abbastanza diverse. Questo è il bello della politica e del confronto civile, ed è così che dovrebbe sempre essere.

Stefano Canti potrà sempre “attaccarmi” come meglio crede e su tutto, l’importante è che siano cose vere e non inventate, i toni aspri non mi danno fastidio, le cose inventate invece si. Lo ringrazio per la Sua disponibilità nel volermi parlare con l’intenzione pacificatoria di spiegarsi e scusarsi. Per il sottoscritto quindi l’episodio finisce qui, gli auguro un sincero in bocca al lupo per le elezioni… ovviamente con la speranza che arrivi secondo.

Marcello Liverani

www.marcelloliverani.it
www.facebook.com/marcello.liverani1
www.facebook.com/groups/comevorrestiSenigallia/

Commenti
Solo un commento
Franco Giannini
Franco Giannini 2014-11-30 17:53:50
Sono lieto che tutto si sia appianato, anche perchè sono stato inizialmente io a provocare tutto questo (come ho spiegato pubblicamente a San Rocco venerdì sera u.s.). Solo ed unicamente per un dovere di cronaca, per saperne di più e non certo per un lavoro di "intelligence" (che sarebbe risultato invece ben poco "intelligente"), Questo perchè vedevo che Marcello Liverani stranamente non rispondeva alle accuse-provocazioni. Poi ho saputo che non riusciva a vederlo per via del gioco di "amicizie" su FB. Come vero è, però, che neppure parte del commento di Marcello (nel rispondere ad un altro commentatore) postato successivamente sul suo annuncio di querela su FB, risponde a verità :"...Non l'ho salvato io Andrea ..., ma un componente della squadra, uno dei tanti che controllano per bene tante bacheche di alcuni personaggi,...). Ed io, voglio precisare a questo punto, che invece, non faccio assolutamente parte della sua squadra, come di nessun'altra. Fortunatamente, seppur con le mie idee che neppure nascondo, mi sento un animo libero. Quello che faccio lo faccio per una mia egoistica passione: il piacere di seguire da vicino le vicende di questa campagna elettorale. Come pure voglio far presente, onde non venga frainteso, che durante la mia chiarifica pubblica a San Rocco ho solo "suggerito" a Liverani di ritirare la querela in quanto il suo era un partire con il piede sbagliato. Ma con questo non voglio assolutamente prendermi la paternità di un atto di "buonismo" dietro cui trincerarmi, perchè se ritiro di querela da parte di Marcello c'è stato, non lo si deve di certo a me, in quanto come anche lo stesso mi ha annunciato al momento, era di già stata fatta sia la Errata Corrige, che due telefonate di scuse nonchè preso l'appuntamento per il previsto incontro di riappacificazione in un bar della città. Tanto dovevo per correttezza.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!