Logo farmacieFarmacie di turno


Manocchi Dr.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

In tanti per l’ultimo saluto alle spoglie di Arduino Paialunga – FOTO

Mangialardi: "Di fronte alla guerra, nessuno deve cedere all’indifferenza o alla rassegnazione"

Fabbri Infissi - Blindate Dierre - Bonus fiscale per infissi, porte e cancelli 2014
Arduino Paialunga

A distanza di oltre settant’anni, le spoglie di Arduino Paialunga hanno fatto ritorno a Senigallia. In tanti hanno voluto porgere domenica 9 novembre l’ultimo saluto alle spoglie del militare senigalliese morto il 29 agosto del 1944 in un campo di prigionia tedesco, nel quale era stato deportato per essersi rifiutato di aderire alla Repubblica sociale italiana.

Presenti tutte le associazioni combattentistiche con i propri stendardi e le rappresentanze delle forze armate. Durante la funzione religiosa, svoltasi al Duomo, sono intervenuti il vescovo Giuseppe Orlandoni e il sindaco Maurizio Mangialardi.

Arduino PaialungaRiabbracciando e riaccogliendo tra noi le spoglie di Paialunga – ha detto il sindaco Maurizio Mangialardi – non possiamo non riflettere sull’orrore che la guerra rappresenta in ogni epoca, mietendo vittime, spezzando legami affettivi, lasciando l’uomo in preda a macerie materiali e morali che ostacolano il progresso dell’umanità. Una riflessione che vale per ciò che il nostro Paese ha già vissuto in anni ormai lontani, ma anche per comprendere il dolore e le sofferenze di quei popoli ancora oggi vittime dei tanti, troppi presenti conflitti nel mondo. Di fronte alla guerra, nessuno deve cedere all’indifferenza, all’assuefazione o alla rassegnazione; va invece ricercata nel significato profondo di esempi come quello di Paialunga, la volontà di costruire le condizioni di una pace vera e duratura, che parta anche dal nostro agire quotidiano nei confronti di coloro in fuga dai teatri di conflitto“.

Arduino PaialungaAl termine, un lungo corteo, accompagnato da inni e musiche patriottiche eseguite dal complesso bandistico “Città di Senigallia“, ha seguito il feretro di Paialunga verso il monumento ai Caduti, dove gli sono stati resi gli onori militari, e infine al cimitero.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura