SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia e Corinaldo ricordano don Giacomo Luzietti

Convegno nazionale di Oari e Avulss, le due associazioni di volontariato fondate dal sacerdote

Bonvini - Arredamenti parrucchieri
don Giacomo Luzietti

‘Don Giacomo è con noi!’: questo il titolo del convegno nazionale OARI-AVULSS che il 4 e il 5 ottobre si terrà a Senigallia e a Corinaldo per ricordare il suo fondatore, don Giacomo Luzietti. Nato a Corinaldo il 25 maggio 1931, don Giacomo ha rappresentato sempre un punto di riferimento per le sue doti umane, per la sua semplicità, per la sua umiltà, per quel suo modo di affrontare le cose, per il suo spirito profetico, per quella sua testimonianza giornaliera di essere stato capace di trarre forza dalla sua sofferenza e di metterla a servizio degli altri.

Le sue parole, i suoi scritti, le sue realizzazioni, l’OARI e l’AVULSS (l’Opera Assistenza Religiosa agli Infermi e l’ Associazione di Volontariato nelle Unità Locali Socio Sanitarie che lui stesso ha fondato) – presenti in tutto il territorio nazionale e che svolgono volontariato completamente gratuito, rivolto agli ultimi: negli Ospedali, nelle Case di Riposo, a domicilio… -, rappresentano per tutti un viatico importante per non lasciarsi affascinare dalle varie derive moderne del volontariato e per affrontare le contraddizioni del nostro tempo e alimentare quella fiammella di solidarietà che c’è in ognuno di noi.

Per questo, nel ventesimo anniversario della sua morte, tutti i volontari OARI e AVULSS si daranno appuntamento nella città natale di don Giacomo per ricordarlo e riaffermare quello spirito che il sacerdote ha saputo incarnare e che li guida ogni giorno nel loro lavoro di assistentato.

Nella giornata di sabato 4 ottobre, il teatro ‘La Fenice’ di Senigallia ospiterà alle ore 9.30 la prima parte dell’evento alla quale parteciperanno più di 600 volontari provenienti da tutte le regioni d’Italia. La mattinata successiva, il convegno continuerà poi a Corinaldo con le visite alla chiesa di S. Francesco dove è sepolto don Giacomo, alla sua casa natale, alla mostra ‘unica’ francescana – di cui il realizzatore Giorgio Forlani ha accettato di prolungarne la chiusura al 5 ottobre per rendere omaggio a don Giacomo – per poi terminare con la santa messa.

Due giorni di testimonianze sulle orme di don Giacomo, per far sì che le parole e i gesti di questo sacerdote possano ispirare anche le nuove generazioni e contribuire a divulgare il suo messaggio:
trarre forza dalla propria sofferenza e metterla al servizio degli altri.
dagli organizzatori

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!