SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Raggira un ex sacerdote di Senigallia, condannato

Smascherata truffa perpetrata da un campano: si era impossessato di ben 30mila euro

4.539 Letture
commenti
La Tavernetta sull Aia - Ristorante a Monterado di Trecastelli
toghe, giudici, udienza, tribunale, processo

Si è concluso ad Ancona il processo per truffa ai danni di un ex sacerdote senigalliese, vittima di un campano che gli aveva chiesto, raggirandolo, ben 30mila euro di prestiti.

Il fatto risale al periodo settembre-dicembre 2008 quando l’ora 90enne ex parroco di Scapezzano, ospitato presso una casa di riposo senigalliese, era stato contattato da Gennaro Ranalli per necessità economiche. Quest’uomo aveva menzionato un altro sacerdote a garanzia del rientro del denaro: proprio la conoscenza comune ha spinto l’anziano prete a fidarsi di quella telefonata a cui poi ne sono seguite altre, sempre per richieste di denaro, per un ammontare che sfiora i 30mila euro.

Per quei prestiti, non solo il prete aveva dato fondo a tutti i suoi risparmi, ma aveva anche chiesto soldi in giro. E proprio coloro che erano a conoscenza di questa situazione hanno spinto l’ex sacerdote a denunciare il fatto ai Carabinieri. Grazie al numero di telefono e alla carta prepagata su cui avvenivano le ricariche, le forze dell’ordine sono risalite al truffatore che è stato denunciato e condannato a un anno e quattro mesi di reclusione e a una multa di 800 euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!