SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Cassa integrazione in deroga, l’accordo arriva in extremis

Fino al 31 agosto possibili accordi per le piccole imprese, ma alle Marche servono 23 milioni di euro

3.449 Letture
commenti
disoccupazione, occupazione, lavoro

La proroga in extremis dell’accordo sugli ammortizzatori sociali in deroga consente anche nelle Marche di fare accordi nelle piccole imprese fino al 31 agosto; una proroga indispensabile ma che certo non rappresenta la soluzione del problema.

Per il 2014 nessuna risorsa è stata ancora assegnata alle Regioni e solo nei primi 5 mesi del 2014 il fabbisogno stimato a copertura degli interventi di cassa in deroga richiesti nelle Marche si avvicina ai 23 milioni di euro.

In una lettera del Ministero del Lavoro si parla di continuità degli interventi e di copertura assicurata, ma poiché la realtà concreta è diversa, le imprese scelgono sempre più la via dei licenziamenti, in mancanza di certezze.

E’ necessario quindi che il Governo ripartisca da subito alle Regioni le risorse già stanziate nella Legge di stabilità e individui gli ulteriori necessari fondi per la cassa in deroga, colmando un ritardo insopportabile che stanno pagando i lavoratori e le loro famiglie.

Invitiamo intanto l’Associazione Bancaria Italiana e gli istituti di credito a facilitare al massimo la possibilità per i lavoratori di accedere all’anticipo degli importi di Cassa Integrazione, secondo l’accordo tra Regione, Banche, Sindacati e Associazioni di Impresa.

dalle Segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil delle Marche

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!