SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Nuova Senigallia dopo le elezioni: “Il PD locale continua a perdere voti”

L'analisi della lista civica: "4.188 voti in meno dai tempi della Angeloni, dovrebbero fare autocritica"

Maurizio Mangialardi il giorno dell'elezione a Sindaco, insieme a Luana Angeloni

Il PD a Senigallia esulta per il suo 50,48% ottenuto alle elezioni Europee di domenica scorsa ed il Sindaco Maurizio Mangialardi, aiutato da una parte della stampa locale molto “amica”, gongola e sorride a 32 denti, mistificando la realtà e nascondendo i numeri che sono sempre l’unica verità assoluta.

Facciamo un piccolo escursus “numerico” e politico…i numeri ovviamente sono quelli del Ministero degli Interni, unico organo deputato al giusto calcolo e conteggio alle elezioni.

Nel 2005, alle Comunali, quando si ripresentò Luana Angeloni per il secondo mandato, la sinistra portò a casa 14.999 voti, ossia il 56,3%.

Nel 2010, sempre alle Comunali, quando si presentò Maurizio Mangialardi, la sinistra portò a casa 13.127 voti, ossia il 50,71%. E qui già abbiamo il primo calo consistente, avendo perso in cinque anni 1.872 preferenze.

Oggi, alle Europee, il Pd a Senigallia porta a casa 10.811 voti con la percentuale, che tanto piace a lor signori, del 50,48%. I numeri ci dicono che in realtà il PD ha perso ancora ben 2.316 preferenze.

Siccome la matematica non è un’opinione, è palese ed evidente, che dal 2005 ad oggi i voti che il PD ha perso ammontano a ben 4.188, quindi cosa esultate a fare? Cosa sbandierate le perdite? Noi non stiamo mica qui a “pettinare le bambole”, i conti li sappiamo fare e non ci piacciono le “mistificazioni numeriche”.

La percentuale di questo tanto “chiacchierato” 50,48% è solamente la percentuale di chi ha votato PD tra quelli che sono andati al seggio e che sono stati 22.000 contro i 37.134 aventi diritto, ossia ben 15.134 elettori se ne sono rimasti a casa o se ne sono andati al mare.

Appare quindi evidente che a Senigallia hanno votato PD meno di un terzo degli aventi diritto, quindi, tutti questi trionfalismi lasciano a desiderare facendoci sorridere e tendono a nascondere due cose molto chiare: la prima è quella che i cittadini sono sempre più nauseati da questa politica fatta da burattini e quindi più di due terzi della popolazione ha preferito non andare a votare, la seconda, la più evidente ed ovviamente la più celata e nascosta dal PD, è quella che il Sindaco Maurizio Mangialardi perde consensi e voti con la velocità di un “centometrista”.

Continuando di questo passo il Sindaco porterà il PD a numeri così bassi che forse “Striscia la Notizia” gli consegnerà un bel Tapiro.

A parer nostro, invece di continuare a parlare di “eccellenze” ogni 3 x 2 ed a magnificare in maniera furbesca i dati e le cifre, farebbe bene a fare una sana e costruttiva autocritica e capire che la sua “stella” si va piano piano spegnendo, la dote che la Sig.ra Luana Angeloni gli consegnò al momento del “matrimonio” con la città, si sta esaurendo ed è anche ovvio, viste tutte le astrusità fatte dal 2010 ad oggi.

Tralasciamo tutti gli altri partitini locali con cifre irrisorie e da prefisso telefonico (qualcuno addirittura pensava di poter andare in Europa con i voti di un paio di condomini), escluso il M5S che ha preso un buon 23,41% che corrisponde a 5.015 voti, il dato vero è che il PD è in calo dal 2010 ed è tutto frutto dell’opera del Sindaco Maurizio Mangialardi che assomiglia sempre di più ad un famoso personaggio del datato Carosello che così recitava: “Cimabue una ne fa e ne sbaglia due”.

Ristabilita la verità sui numeri, aspettiamo il nuovo conteggio che avverrà esattamente tra un anno, quando ci saranno le elezioni comunali. Cosa farà il PD? Ricandiderà Maurizio Mangialardi, che pare essere un cavallo sulla linea del tramonto o proporrà un nuovo destriero nella speranza che gli faccia vincere “L’arc de triomphe”? Ai posteri l’ardua sentenza, per noi di Nuova Senigallia il motto è oramai sempre lo stesso: “Resistere per Ri-esistere”.

www-marcelloliverani.it
www.facebook.com/marcello.liverani1
www.facebook.com/groups/comevorrestiSenigallia/

Commenti
Solo un commento
maria garbini 2014-05-30 09:34:15
Nuova Senigallia: consolatevi così e avete pure ragioni numeriche!
I tedeschi e i nordeuropei diranno che anche renzino non ha vinto, avendo preso meno voti assoluti di veltroni.
L'anormalità che fa riflettere è: i compagnucci a senigallia hanno ottenuto le più alte percentuali delle marche, talché alle prossime comunali, giovandosi di un'ulteriore crescita degli astenuti-nauseati continueranno a comandare, favorendo i LORO RELATIVAMENTE POCHI VOTANTI!
Ri-vedetevi anche le dichiarazioni "tranquillizzanti" per il sindaco-eroe-santoSUBITO di alcuni comitati-alluvionati! .........s.n.d.610
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura