SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Trenta principesse prigioniere in fondo al mare

Il blogger ByoBlu parla delle navi che 'dormono' lungo le coste Calabresi

4.739 Letture
commenti
Navi dei veleni

In un’intervista rilasciata nel 2009 a Riccardo Bocca, per l’Espresso, il pentito Francesco Fonti, in merito all’affondamento delle “navi a perdere” che giacciono lungo le coste calabresi piene di rifiuti tossici, non usa mezzi termini: il suo mestiere era affondare navi per conto delle multinazionali, della ‘ndrangheta, dei servizi segreti italiani e con il coinvolgimento di politici come Ciriaco De Mita, Gianni De Michelis e Bettino Craxi. Le affondava con la dinamite: oltre 30 navi che dormono lungo le coste Calabresi. Poi c’erano i barili tossici, sepolti nell’entroterra.


Leggi il resto su ByoBlu.com

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura