SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Gli auguri di Buon Anno dalla Sanità, ancor più graditi, perchè inattesi!

E questo è il bigliettino con cui mi sono arrivati...

La Boutique del Materasso 2 - Doppia Promozione
Per una visita cardiologica, appuntamento a novembre 2014

Valido, almeno fino alle ore 09,40 del 17 di novembre 2014.
Diversamente Giovani” non poteva non concludere in modo più personale, l’anno corrente.

Le mani un po’ legate, o meglio la bocca un po’ cucita, con il filo della legge di stabilità, la famigerata spending review, che non ti permette di iniziare a parlare (nel mio caso scrivere!) che subito ti bloccano con questa scusante. A volte veritiera ed a volte utile ed opportuna per sgusciare dal discorso, come un anguilla dalle mani del pescatore.

Dicevo personale, perché questa volta nessuno mi ha telefonato per le solite lamentele, nessuno mi ha inviato foto, non ci sono strade da sistemare, buche da chiudere, cassonetti dell’immondizia da vuotare, contestazioni sulla rateizzazione di tasse da ribattere. Finalmente, una volta tanto, un gradito, gentile, impensato Augurio di fine anno. Da chi? Ma da parte della Sanità Regionale, quasi come personalizzata per il sottoscritto.

Del resto lo si sa oramai, la nostra Sanità rientra nell’eccellenza, nel Gotha di quelle nazionali. Tutti ci vogliono scimmiottare questo nostro modello e se non lo fanno, non è per altro, è solo perché esso è tutelato da un previdente (e provvidenziale?) copyright.
Non mi salverò dietro nessun nome fittizio, quindi, e vengo a raccontare la storia in prima persona.

Essendo un portatore di Pace-Maker, non avendo mai avuto più problemi, è da diversi anni che mi “dimentico” di farmi controllare da un cardiologo. Un’acutizzarsi del dolore causato da un’ernia discale, mi ha costretto ad andare dal medico di famiglia. E’ che così parlando, mi ha chiesto da quanto non andavo più da un cardiologo. Da una domanda come fa il parroco: “Da quanto tempo è che non ti confessi?” è nata la richiesta di una visita cardiologica. Visita che voglio sottolineare, non riveste assolutamente una necessità di urgenza, come neppure la scelta di un nome ben preciso dei medici in lista.

Ma la mia è solo per una segnalazione di come “S”funzioni la nostra Sanita’ in Italia. I mezzi economici sono sempre meno, gli sprechi sempre più, non parliamo di corruzione. Eppure c’è il miracolo all’italiana: tutto funziona ugualmente bene, anzi di più. E’ da qui che nasce la parola Eccellenza!! Perché? Siamo in una fase di Riconversione, di Ristrutturazione, di Riorganizzazione, della nostra SANITA’, dicono!! Ed allora ti parlano di Aree Vaste, di Zone, di Ospedali di Rete. Il paziente non capisce, ma del resto non deve capire, si deve solo fidare.

Il compito allora viene affidato ai nostri rappresentanti locali (vestiti delle casacche politiche) che vergognosamente si genuflettono alla volontà partitica (del resto lo sporco lavoro qualcuno lo dovrà pur fare! o no!!??) e si adattano al ruolo di persuasori (che mentendo sapendo di mentire!!) invitano i cittadini a stare tranquilli, perché gli strumenti per un’eccellente assistenza, ci sono stati e continuano ad esserci. Infatti, nella realtà poi, basta mettere le mani in tasca, pagare privatamente una prestazione ed un’ottima e tempestiva assistenza è assicurata per l’indomani. Magari negli stessi centri pubblici, come Ospedali o Poliambulatori.

Nel mio caso, che poi è il caso di tanti, (anticipo che ci sto creando su, volutamente, una polemica), posso anche attendere, perché, al momento, ho la fortuna di stare bene… Ma parlare della nostra come di un’eccellenza sanitaria… Mi si vorrà scusare, una visita cardiologica prenotata il giorno 27 dicembre 2013 e prevista per il 17 Novembre del 2014 sa solamente di due cose: o una formidabile presa in giro (un eufemismo per non cadere nel volgare e solo un paravento per ovviare alla mancanza di capacità gestionali), o come io la ritengo volutamente per sdrammatizzare buttandola sullo scherzoso, un augurio di lunga vita al Paziente, pazientemente in lista di attesa.

Per una visita cardiologica, appuntamento a novembre 2014, o a marzo ad ArceviaCerto, è giusto e voglio anche evidenziarlo per ragioni di correttezza, che l’avrei potuta anticipare al 18 Marzo del 2014, ma in quel di Arcevia.

Anche qui si potrebbe crearci su un’altra polemica. Su ad Arcevia, ad un anziano chi ce lo accompagna? Chi gli paga le spese del viaggio? E’ esente dalla prestazione, ma non dal viaggio! E poi, con 80 gg., vi sembra di fornire una assistenza immediata? Forse rientrerà nell’alibi delle leggi, non certo in quello della coscienza!!

Io sono un po’ come San Tommaso e se non tocco, non credo. Sono convinto infatti che i pesci grossi della nostra politica usino altri canali per curarsi (e la Sanità oggi non è più il o un “Servizio” alla collettività, ma è un servizio ad uso esclusivo della manipolazione della politica regionale e comunale). Tranquilli che costoro non intasano di certo, comunque, i CUP. I quattrini, le raccomandazioni, le precedenze, sono gli eventuali loro strumenti. Noi, come cittadini, dobbiamo però controllarli ed ostacolarli con assiduità e senza timore, mantenendo il fiato sul loro collo. Devono temere il “naso” del cittadino. L’invito è a documentarsi e rendere pubblico, quello che si può, visto che la “Privacy” è una cosa che solo a loro riempie la bocca, è sputtanarli al momento opportuno. Io, nel mio piccolo, ci sono.

Ringrazio, allora, perchè so stare agli scherzi, per questa tipologia di auguri che però, visto l’argomento, non mi sembra opportuno contraccambiare, ma che rivolgo loro con quelli più sereni di un più “Onesto” 2014. Cosa, che so, sarà per loro difficile, se non impossibile.

Da “Diversamente Giovani” a TUTTI un Buon e Felice 2014!!!

Commenti
Solo un commento
e39 2013-12-29 22:42:16
Complimenti! E' una presa d'atto precisa, giusta, concreta e senza preamboli che denuncia senza urla l'attuale situazione del servizio ospedaliero di Senigallia. Mia suocera, 92 anni, x tante prestazione si rivolge all'assistenza privata fatta dai medici in
servizio alla nostra Asur, mia moglie o una delle mie figlie si rivolgono a strutture private di Rimini. Io fortunatamente non ho problemi se non piccoli, quindi gli spiccioli li conservo strettamente!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!