SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Marcheinfesta.it

“Mangialardi non difende gli operatori balneari di Senigallia”

Liverani (Nuova Senigallia): "il Sindaco si oppone all'unica proposta presente"

Stabilimenti balneari

Il Sindaco Mangialardi non difende gli operatori balneari di Senigallia e delle Marche tutte. Questo quello che è emerso dal convegno tenutosi a Senigallia lunedì 9 dicembre, presso l’Auditorium San Rocco. Il Convegno era stato organizzato dall’Oasi Confartigianato Marche. Presenti Salvatore Fortuna, Presidente Confartigianato Marche; Giorgio Mussoni, Presidente nazionale Oasi Confartigianato; Filippo Borioni, Presidente regionale Oasi Confcommercio e l’on. Sergio Pizzolante, Capogruppo Commissione lavoro Camera dei deputati.


Il convegno era stato organizzato per ben spiegare agli operatori balneari in quale direzione andava la proposta del governo sulla sdemanializzazione e a che punto era il suo iter. L’on Pizzolante ha quindi ben spiegato e ben articolato il tutto con il consenso dei presenti e dell’Oasi Confartigianato.

Quando è toccato ad intervenire al Sindaco Maurizio Mangialardi ecco quello che io, presente in quanto invitato al convegno, ho chiamato: “colpo di scena”! E si perché il Sindaco, in piedi nel suo intervento, ha tranquillamente detto a tutta la platea che a lui questa proposta del governo non piace, non la condivide ed è contrario.

Facciamo un passo indietro per meglio spiegare il tutto. La proposta del governo sulla sdemanializzazione aveva riscontrato il parere favorevole sia del PDL che di una parte del PD a livello politico, e il parere favorevole delle varie associazioni; regioni storicamente “rosse” come la Toscana e la Liguria avevano e hanno abbracciato questa proposta, ma ecco che l’Emilia Romagna, tramite il Presidente Errani,  metteva un “veto” di contrarietà.

Ecco quindi che ritorna il solito modus operandi della politica che, come sempre, guarda ai propri interessi ignorando quelli di onesti cittadini che hanno delle imprese, che rischiano in proprio e che svolgono il loro lavoro dando alla nazione tutta un grosso aiuto e una grossa spinta al turismo. E’ giusto ricordare che ad oggi nessun politico, e quando scrivo nessuno mi riferisco a tutto l’arco costituzionale, era stato in grado di formulare una qualsiasi proposta che potesse aiutare il settore vista la presa di posizione dell’Europa con l’attuazione della Bolkestein.

Quando questa “operazione” fu decisa, fine anni 2000, nessun politico italiano sedeva al tavolo europeo delle trattative, quindi la Spagna si fece dare 40 anni di rinvio così come altre nazioni, e l’Italia, come sempre, rimase al palo. L’unica cosa che sono stati capaci di fare dopo è quella di ottenere un rinvio di cinque anni che scadrà a fine 2015, dopo di che, se non verrà presentata una idea, una proposta fattiva o altro, che non vada in contrasto con le normative europee, gli operatori balneari vedranno “svampare” i loro sacrifici.

Possibile che neanche su un problema di questa portata i politici debbano riuscire ad andare d’accordo, litigano anche nello stesso partito, perché buona parte del PD era favorevole a questa proposta e altri no, ecco quindi il veto dell’Emilia Romagna e la presa di posizione del Sindaco Mangialardi che ha detto a chiare parole che non condivide nella maniera più assolta la proposta del governo.

Ovviamente, ma anche questo è un classico di tutta la politica, Il Sindaco Mangialardi non ha dato nessuna alternativa, non ha lanciato una idea o una proposta, ha criticato senza portare nulla di serio sul tavolo, a casa mia questo si chiama “interesse della politica”, e le parole servono solamente per fare populismo e nulla più.

Non un solo politico era riuscito a trovare una idea o proposta, ed ora che qualcuno finalmente l’aveva trovata ecco che spuntano i “bastian contrari”. Basta, non se ne può più! Siamo stufi di questo continuo tira e molla dei pseudo politici che tutto fanno tranne che gli interessi del popolo? Gli operatori balneari mica sono “portatori di qualche malattia rara”, sono un comparto del turismo decisamente importante per l’Italia, e lasciarli abbandonati e senza unità di intenti è scandaloso e vergognoso.

Non essendo il sottoscritto un politico, ma un cittadino, posso capire che la proposta del governo abbia magari sollevato dei dubbi, e questo è legittimo, ma perché sparare subito a zero, mettendo anche dei veti vergognosi, e non sedersi ad un tavolo per discuterne in maniera costruttiva, magari modificarla, limarla, migliorarla?

L’unica “nota stonata” del convegno è stata quindi il diniego del Sindaco a questa proposta, l’on. Pizzolante gli ha giustamente risposto a tono ricevendo gli applausi, inevitabili, della platea. Stessa identica linea per Giorgio Mussoni e Filippo Borioni che nei loro interventi hanno ribadito che al momento attuale è l’unica proposta valida che sta facendo il suo iter, tutto il resto è demagogia e populismo, come il veto del Presidente Errani e l’opposizione del Sindaco Mangialardi.

Il nostro Sindaco forse non ricorda che quando fu eletto disse che sarebbe stato il “Sindaco di tutti”, capisco che la vittoria di Matteo Renzi l’abbia ringalluzzito per bene per i suoi futuri percorsi politici, ma qui c’è una categoria che vorrebbe essere tutelata e non vessata dallo Stato e dal Comune.

Spero che alle prossime elezioni comunali la categoria degli operatori balneari faccia più attenzione a chi dare il voto, perché tra dinieghi, Piano degli arenili e tasse varie, non mi sembra che siano tenuti in considerazione come invece avviene in altre città e in altre regioni.

https://www.facebook.com/marcello.liverani1
https://www.facebook.com/groups/comevorrestiSenigallia/
nuovasenigallia.ufficiostampa@gmail.com

Commenti
Ci sono 18 commenti
Franco 2013-12-10 09:18:31
Per capire meglio: per Nuova Senigallia è giusto vendere le nostre spiaggie??????
Cornelio 2013-12-10 10:23:00
La spiaggia non si vende e non si tocca! Basta con questa storia, la gente è contraria! Questi pensano esclusivamente al loro interesse di bottega a discapito di tutti i cittadini.
giampiero 2013-12-10 10:47:53
Sono d'accordo con Cornelio. Per incrementare l'occupazione e ridurre l'evasione creerei un reparto "estivo" della GdF in costume da bagno (con risparmio sulla divisa).
marco 2013-12-10 14:11:06
Non credo che liverani sia a favore dei bagnini. Leggendo suoi vecchi commenti mi sembrava l' esatto contrario.
Questo articolo a mio modesto parere gli piace in quanto si contesta l' attuale sindaco....

In quanto alla presunta vendita delle spiaggie, questo é ciò che si passa all' informazione quando ne parla chi non ha capito un tubo o non si sa spiegare.

SE un argomento lo volete esporre o lo raccontate a 360° o non lo raccontate per niente che ci si fa piu bella figura.
paolo 2013-12-10 15:45:33
Salve io come operatore ero presente al convegno,vorrei dire a franco e cornelio che non si parla di vendita delle spiagge con la sdemanializzazione quindi prima di scrivere siete pregati di informarvi....per giampiero invece vorrei dirgli che è rimasto fermo a una decina di anni fa quando sicuramente l'evasione era ben presente nella nostra attività come in generale,per tua informazione negl'ultimi anni la finanza e l'agenzia delle entrate non solo è presente ma a volte addirittura asfissiante nei controlli durante il periodo della stagione,se poi vogliamo far passare il cocetto che in spiaggia c'è solo evasione fiscale scusami ma non ci stò.Faccio presente che l'arenile è un bene pubblico e quindi di tutti ma su questo bene publico è stato consentito di creare attività econimiche che danno lavoro e reddito a tante famiglie,dove tanta gente ha investito denaro propio per dare più servizi alla collettività,spero che anche questo teniate conto quando esprimete i vostri giudizi sulla nostra categoria.grazie.
Franco 2013-12-10 17:05:29
Caro Paolo, ce lo spieghi cosa significa sdemanializzazione? Come mai tutti i giornali hanno parlato di possibilità di vendere le spiagge ai privati? Mi sembra che siamo in tanti a non capire, dite chiaro come organizzazioni se volete o no privatizzare le spiagge!!!
Matteo 2013-12-10 17:23:00
@paolo
ma quale vantaggio possono avere i "bagnini" dalla sdemanializzazione se non la possibilità di comprare il tratto di spiaggia interessato?

per quanto riguarda l'evasione non ho mai ricevuto una fattura come conseguenza del pagamento dei servizi ricevuti e ad una richiesta esplicita mi è stato risposto: "ti serve proprio la ricevuta?".
detto questo non tutti i bagnini sono evasori, non tutti gli evasori sono bagnini, la situazione è sotto gli occhi di tutti, ma a sentire i diretti interessati, bagnini e non, sono tutti "vittime" di persecuzione... ma non esageriamo.

ritengo già eccessivi i km di concessioni dati a senigallia che rendono inesistenti tratti di spiaggia libera se non in zone limitrofe, la sola possibilità che ci siano proprietari di spiaggia e ridicola
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-12-10 17:39:33
In serata spiegherò meglio come è la situazione e cosa significa quella parola che a molti mette paura: "sdemanializzazione"...ora sono in giro e per scrivere ho bisogno di calma...abbiate pazienza che vi illustrerò tutto per bene.
Ciano Galeazzi 2013-12-10 19:11:00
Sior Liverani, per scrivere bene e nella massima quiete consiglio la Death Valley e mi raccomando, approfitti dell'occasione per scrivere svariati tomi. Non è che nella Death Valley ci si capita tutti i giorni. Però che scalogna che lei si trova in giro. Noi eravamo qui che pendevamo dalle sue labbra e lei ci dice che si trova in giro. Ma ci dica "quanto" ci tocca aspettare per godere della sua illustrazione sulle "sdemanializzazioni" ? No perchè davero davero noi non si sta più nella pelle....
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-12-10 19:23:23
Andiamo per ordine e partiamo da quando questa storia è iniziata....verso la fine degli anni 2000 l'Europa partoriva la Bolkestein, una legge che prevede l'asta delle concessioni ogni tot anni, 6 se non ricordo male. Quando l'Europa partoriva questa legge nessuno dei nostri deputati europei sedeva al tavolo della stesura, ecco quindi che le nazioni più "furbe" e presenti hanno ottenuto delle proroghe che vanno dai 40 anni della Spagna ai 60 di altre nazioni. La Bolkestein sarebbe stata operativa per l’Italia dal 1 gennaio 2010, a quel punto, visto il malumore che aveva generato, l'Italia riusci a farsi dare una proroga di 5 anni che scade il 31 dicembre 2015 e che l'Europa ratificava. Esiste anche un'altra legge italiana che allunga la proroga al 2020, ma l'Europa non l'ha ancora recepita e quindi, di fatto, è nulla. Fino a poco tempo fa nessuno, e sottolineo nessuno, politico era riuscito a tirare fuori una idea o una proposta. Lo ha fatto il Governo con questa proposta di “sdemanializzazione” appoggiata da tutto il PDL e da metà PD. Che cosa significa in pratica…significa dare in gestione, tramite la vendita, la prima parte di spiaggia dove insiste il box office, 10 forse 15 metri? Non lo so, ma è un tratto esiguo. E lasciare la parte antistante, ossia quella dove si posizionano gli ombrelloni, in concessione per “x” anni. Quindi quando sul giornale leggete che lo Stato “vuole vendere le spiagge” non è assolutamente vero, si da una informazione completamente sbagliata e tendenziosa, l’eventuale vendita riguarda solamente una piccola striscia a ridosso del marciapiede. Quello che ora io non comprendo sono alcune cose. Qui nessuno vuole difendere per partito preso una categoria, qui bisogna usare il buon senso e capire le cose. Tutta la spiaggia è proprietà del demanio, ma tantissimi anni fa si è data la possibilità ai privati di investire e di creare così una attività. Ora a questa categoria, visto che l’attività mantiene oltre 30.000 famiglia italiane, non si può dire che ogni sei anni va all’asta, li massacri come prima cosa e gli impedisci di investire e rendere un servizio ottimo come invece accade ad oggi. Non capisco anche il perché dell’acredine di alcune persone verso la categoria; invidia? O che altro? Rendiamoci conto che è una normalissima attività come tante altre e quindi penso che abbiano tutto il diritto di difenderla, e non mi sembra giusto privarli di punto in bianco di un qualche cosa che leggi, regolamenti e normative gli avevano attribuito tanto tempo fa. Ecco quindi che bisognerebbe usare il buon senso visto che se errore c’è stato, è stato commesso decine e decine di anni fa. Non possiamo e non è giusto continuare a dire sempre di NO, come ha fatto ieri il Sindaco Mangialardi, senza però proporre delle alternative. Questo si chiama populismo bello e buono. Io non difendo e non sono contro nessuno come qualcuno ha scritto, ritengo solamente vergognoso che la politica italiana non riesca a tirare fuori una soluzione e non riesca mai e poi mai a marciare unita e compatta sulle problematiche serie. Ora una proposta del governo c’è, può piacere o meno, e io non entro nella parte tecnica in quanto non sono un esperto, ma dico che da quella proposta si può benissimo partire mettendosi seduti parlandone, modificandola, aggiustandola, togliendo o mettendo, ma dire NO o mettere dei veti come ha fatto il Presidente della Regione Emilia è completamente sbagliato! Cari signori che mi leggete, farsi la guerra tra categorie è completamente sbagliato, e non capisco perché si debbano leggere “messaggi” contro una categoria che è poi un veicolo importantissimo per il turismo e l’economia italiana. Qualcuno è invidioso? Non è questa la strada giusta, come non è quella del dire sempre NO! Questa categoria lavora come lavorano tutti! Avete paura che evadono? Ok, si mandino più controlli, ma continuare con le solite litanie è sbagliato. Io non difendo una categoria, io difendo il diritto acquisito da leggi, normative e regolamenti negli anni di questi persone, e mandarli oggi per stracci è completamente sbagliato. E questo discorso lo farei per chiunque oggi subisse un torto, senza distinzione alcuna. Quindi perché non usare il proprio tempo per tirare fuori una soluzione invece di criticare o dire solamente NO? Spero di essermi spiegato….ora “impallinatemi” pure. ;-)
Mariangela 2013-12-10 21:02:29
La sdemanializzazione è una atrocità sociale, striscia o non striscia. BRAVO Mangialardi, una volta tanto! E tu, Liverani, cavalca altri cavalli per cercare voti. Le spiagge non si toccano!
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-12-10 21:03:35
Considerandomi una persona che usa il buon senso in tutte le cose, come ho scritto che secondo me non bisogna "dare addosso" alla categoria degli operatori balneari, devo anche aggiungere che come qualcuno ha scritto, Senigallia dovrebbe avere qualche spiaggia libera in più proprio per tutelare il diritto di chi non ha possibilità, o non vuole, spendere soldi per andare al mare. Questa "deficienza" è comunque dovuta a chi ha, nei lustri scorsi, dato in concessione quasi tutta la spiaggia agli operatori balneari, ossia il Comune, e penso che se ne capisca il motivo, che è quello che io chiamo "scambio di voto". Ritengo quindi giusto richiedere qualche spazio di spiaggia libera in più a Senigallia.
Matteo 2013-12-10 21:09:45
Quindi si tratta pur sempre di vendita (per sempre) anche se solo dei primi metri. Ma dopo gli x anni che succede? Un'altra persona potrà subentrare e piantare i propri ombrelloni ma dove metterà le cabine? Nel terreno altrui al prezzo altrui, consentendo di fatto il controllo dell'intero tratto al proprietario della lingua di sabbia. Giusto avere tempi per poter monetizzare gli investimenti e chiedere un adeguato rinvio, non certo 60 anni, ma la vendita a strisce non serve a niente, mette una toppa per pochi anni per poi rendere le cose impossibili e tutti.
marco 2013-12-10 22:02:42
bravo marcello. ben detto. penso che nessun giornale on-line o cartaceo aveva mai dato un informazione più obbiettiva.
Emiliano Z. 2013-12-11 01:12:27
Crisi e disoccupazione. Il mare è l' unico passatempo economico che offre l' estate. Ridateci le spiagge che avete privatizzato, le poche rimaste libere sono sempre più congestionate. Tanto i bagni hanno molti ombrelloni chiusi anche la domenica e leggere le "ricette" sui lunghi bugiardini di Liverani è impossibile. Affan' alle politiche liberiste di chi governa la città e delle destre tutte.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-12-11 01:48:39
Mariangela, fai solo populismo nello scrivere quelle parole, non cavalco mai nulla che non lo abbia ragionato e pensato con la mia testa, differentemente da "qualcuno". Non ho la tessera di nessun partito e quindi non conosco lobby e non prendo ordini da nessuno, sempre differentemente da "qualcuno". Avevo anche parlato di spiagge libere scrivendo che ce ne sono poche, ma ovviamente quello non fa comodo commentarlo. Purtroppo le "dedizioni" e le "appartenenze" politiche mandano il cervello in pappa, e la dimostrazione è ben scritta...
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-12-11 01:53:57
MAtteo....la soluzione è complessa, quella è la proposta del Governo che, come tutte le proposte può essere migliorata, modificata o cambiata, ma ponendo i veti o continuando a dire NO il problema non lo si risolve, e siccome per me vale sempre il buon senso, cosa che Errani e il Sindaco Mangialardi dimostrano non avere, se nessuno farà proposte alternative, molto probabilmente venerdì, o la prossima settimana, uscirà il decreto. Perchè è giusto che questa storia abbia una fine, e se l'ottusità delle persone non lo permettono, allora sarà il Governo a dire la sua. Per quanto riguarda la concessione del tratto di spiaggia dove insistono gli ombrelloni, per ora si sta parlando di concessione per 15/20 o più anni, ma è ancora da decidere in Commissione.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2013-12-11 01:59:48
Emiliano Z....come ho già scritto, visto che non cavalco nessun cavallo, ma visto anche che ai cittadini invece piace cavalcare i "somari", Senigallia ha poche spiagge libere, e se fosse per me ce ne sarebbe qualcuna di più, e sempre se fosse per il sottoscritto, del Piano degli Arenili ne farei carta straccia per riscriverlo decisamente meglio senza incongruenze, senza impicci, senza imbrogli e senza tartassare la categoria come invece avviene adesso. Il primo a voler le regole sono proprio io, ma devono essere giuste e chiare, e non vessatorie. Lo dico e lo ripete, a cosa porta fare la guerra ad una categoria di lavoratori come decine di altre? A nulla...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!