SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Una piazza sul Misa, in centro a Senigallia

Leonardo Maria Conti la immagina così... e voi come migliorereste il centro storico? Ditecelo commentando

4.248 Letture
29 commenti
Pizzeria ZeroZero
Il fiume Misa in centro a Senigallia

E’ noto che nella nostra cittadina manchino ampi spazi per grandi eventi e si cerca di utilizzare le piazze esistenti che comportano disagi a macchia d’olio. La mia vuol essere una  proposta, che potrebbe essere realizzata solo con fondi europei, perchè un Comune come il nostro dalle risorse limitate non è in grado di poterla finanziare.

Si tratta di andare a coprire la porzione di fiume dal ponte Garibaldi al Ponte del Corso.

Dal ponte Garibaldi verso monte con i suoi argini naturali rappresenterebbe il Passato. Dal ponte del Corso fino alla foce, il Presente. La parte di cui sopra il Futuro.

Penso che da un punto di vista idraulico, il fiume dovrebbe essere dragato almeno per un paio di metri rispetto al letto attuale. I ponti Garibaldi, 2 Giugno, della Statale e della Ferrovia, dovrebbero essere privi degli attuali piloni, per dar modo in caso di piena di non ostruire il passaggio dell’ acqua e dei corpi galleggianti (tronchi, rami etc).
Potrebbe essere l’occasione per allargarli agli angoli delle costruzioni attuali. Con prefabbricati e con una serie di paratie lungo l’argine attuale credo che sia una cosa fattibile.

Il fiume Misa in centro a Senigallia Mi immagino una lunga distesa di cemento o sampietrini con delle vetrate nel perimetro con un’illuminazione del fiume sottostante con un gioco di luci. Una pista ciclabile ed un percorso pedonale distinti per i due lati e lo spazio rimanente per un grosso parcheggio. Ovviamente, dovranno essere previste caditoie per l’acqua piovana, canalette per cavi elettrici etc.

Potrebbe essere la volta buona di liberare completamente il centro storico dal transito e parcheggio delle auto, salvaguardando il carico/scarico delle merci.

Tante città italiane hanno coperto fiumi torrenti anche se in molti casi hanno ristretto i letti degli stessi con conseguenze catastrofiche per i cittadini. Il nostro Misa è un corso d’acqua a carattere torrentizio con secche in estate e piene invernali. Se fosse ripulito più spesso da chi di competenza e da parte di noi cittadini ci fosse più civiltà nei suoi confronti, tante situazioni critiche non avrebbero motivo di esistere.

Tornando al presente, non c’è un modo per costringere RFI (Rete Ferroviaria Italiana) a trasformare in cemento gli attuali ponti in ferro? Ne guadagnerebbero in termini di inquinamento acustico, gli abitanti limitrofi compresa la zona del Ponte Rosso.

Commenti
Ci sono 29 commenti
Franco 2013-09-10 05:47:07
Ma è proprio indispensabile sparare (...omissis...)?????
Tek On Top No Stop 2013-09-10 07:13:28
Gli interventi "moderni" nei centri storici italiani, che trasudano storia e cultura, 9 volte su 10 sono un pugno in un occhio. Per gli ampi spazi che mancano, c'era la sacelit/italcementi che invece della solita palazzata a fini di lucro andava vista come un'area da destinare allo svolgimento di "eventi".
matteo 2013-09-10 08:01:41
Che buffonata,ma come ti vengono queste idee strampalate
Alessandro 2013-09-10 09:35:00
Dai Leonardo suvvia, diciamocelo, 'stavolta hai sparato una mezza boiata, anzi, nemmeno mezza...
stefano 2013-09-10 09:39:05
Più che ai sogni, siamo agli incubi. I fiumi fanno parte , nel bene e nel male delle città, e se intubati viene meno un elemento essenziale. Non basta la cementificazione delle sponde , adesso c'è anche qualche apprendista stregone che propone la cementificazione..........del pelo libero. Dove sono stati coperti si è fatto un danno non solo idraulico, ma anche ambientale e paesaggistico. Certo che proporre , invece del lungofiume una gettata di cemento con sopra svariate centinaia di metri quadri di latta parcheggiata, vuol dire aver mangiato un po' pesante la sera. Di questo articolo che dire? Fare il progettista della domenica va bene, a patto che si sia consapevoli che il giorno dopo è lunedì , e bisogna pensare alle cose serie, utili e rispettose della città, del suo ambiente e della sua storia.
Armando Feroci 2013-09-10 09:39:44
"Ma sto fiume ve piace o non ve piace? Ce serve o non ce serve? Se ce serve lo voglio vivere, lo voglio navigare, ce voglio pure fa il bagno, ma se nun ce serve signori... levamolo, sotteramolo, prosciugamolo.
Al posto del fiume, una lunga lingua d'asfalto, tre corsie, Los Angeles! Risultato due punti virgolette: traffico... azzerato, inquinamento... disintegrato ... guardo a destra aaaah!! vedo verde.... guardo a sinistra aaaah!!! arivedo verde... guardo in alto.. ...vedo 'e rondini, senza piu' l'ombra di un gabbiano... non c'è so' più gabbiani! eccone uno, vattene va ar mare che te l'abbiamo anche ripulito... guardo davanti.... SE SCORE!!! SIGNORI SE SCORE!!! FINALMENTE SE SCORE A ROMA!!!!"
naisha 2013-09-10 10:00:49
I centri storici andrebbero valorizzati, ristrutturati,rivitalizzati.....sarebbe come fare un centro commerciale all'interno del Colosseo!!
Melgaco 2013-09-10 10:07:25
Mi ricorda il comizio del candidato Verdone alla fine del film "Gallo cedrone" http://www.youtube.com/watch?v=iPw0vphyPFc
Pinella 2013-09-10 10:13:01
Infermiereeeeeee!
quilly 2013-09-10 11:28:05
Siamo alle solite. Un cittadino di Senigallia esprime un giudizio che può essere o meno condivisibile e i soliti commentatori anonimi lo attaccano più o meno pesantemente con insulti e ironie sulla sua sanità mentale.
Premetto che non condivido nemmeno un po' il progetto perchè io sono per interventi che intacchino il meno possibile il valore storico degli edifici, delle piazze e delle vie. Ma sono certo che il signor Conti fa questi interventi, sviluppa i suoi progetti e propone le sue idee perchè ama la nostra città e non per far dispetto a qualcuno. E quindi propongo un po' di rispetto e propongo di parlare del merito delle proposte e non della sanità mentale o delle bojate sparate da quello o da quell'altro...
Leonardo Maria Conti 2013-09-10 11:56:33
La libertà di espressione è il sale della democrazia.
A mio modesto parere commentare, nascondendosi con degli pseudonimi, non la ritengo una forma corretta.
L'educazione sta bene in ogni luogo, poi......
Come si nota, mi firmo sempre per esteso.
Mario Rossi 2013-09-10 12:30:43
Ma scusate, serve un grande spazio per parcheggio ed eventi? Mi spiegate cosa ci facciamo con il XIV reparto mobile in pieno centro storico quando i poliziotti che risiedono lì lavorano in tutta Italia e mai a Senigallia. Possibile non ci sia modo di contrattare con il Ministero dell'Interno affinchè si spostino, magari vicino al casello dell'autostrada vista la praticità logistica. Avete mai percorso a piedi via delle caserme? E' un complesso enorme! E credo che ad ora ci lavori veramente poca gente. Sfruttiamolo per la viabilità, così pedonalizziamo via cavallottti e in piazza duomo non ci passa più un auto. Sì può pensare all'ediliza convenzionata sulla linea degli adiacenti "orti del vescovo" e ad un grande parcheggio e perchè no, avete presente l'arena della Regina a Cattolica dove ogni estate ci fanno dei bellissimi evetni/concerti all'aria aperta, cosa ci mancherebbe? E' un'area quattro volte piazza duomo ed è anche collegata al ponte zavatti... non so, più di così?
bonzino 2013-09-10 13:02:35
Anziché una piazza sarebbe bello rendere navigabile il canale almeno fino al brugnetto. Sarebbe una nuova e inedita offerta turistica per la città che contribuirebbe a creare nuovi posti di lavoro. Sorgerebbero nuovi punti di ristoro e di refrigerio, nuovi luoghi dove attivare la pesca sportiva e lo sport della vela ed altre attività connesse, ma soprattutto consentirebbe di ridare decoro ad una tratto della città ormai abbandonato a luogo di discarica. E' ora che l'amministrazione faccia ulteriori passi in avanti per riqualificare la città e non pensare solo alle rotatorie come è avvenuto negli ultimi 10 anni. Se si vuol puntare sul turismo, unica attività pulita e di sicuro sviluppo, bisogna guardare ad iniziative che attraggano un turismo di nicchia. In questi anni non si è potuto portare avanti nessuna iniziativa che altre città hanno sapientemente attivato (parchi giochi etc) per un falso pregiudizio insito nella mentalità dei nostri amministratori, ossia evitare a tutti i costi di consumare il suolo. Ma così la città sarà destinata a morire. E' arrivata l'ora che i senigalliesi si riprendano la città e non si facciano solo tartassare per soddisfare gli appetiti insaziabili degli amministratori.
giulio 2013-09-10 13:57:56
Una bellissima idea, che dire..non ci avrei mai pensato. Per fortuna c'è chi sa essere visionario, innovativo e - soprattutto - attento ai costi. Propongo, a fine lavori, di nominare un dirigente che organizzi gli eventi, un suo portavoce, un addetto alla sicurezza, un direttore creativo ed il suo portaborse, 3 addetti alla pulizia ed un loro responsabile. Mi fermo qui, ma la lista può continuare....
stefano 2013-09-10 15:03:49
Sig. Conti, la libertà di espressione è il sale della vita così come lo è ( e niente di meno) la libertà di critica. Altrimenti è un sale che non dà sapore. Chi scrive , soprattutto su di un blog, deve sapere che si espone al controcanto. Ho una mia opinione in merito ( e come tale criticabile): che chi scrive un articolo dovrebbe poi esentarsi dal partecipare ai commenti, in quanto quello che si voleva dire lo si è detto con l'articolo . Il resto spetta ai lettori. Soprattutto non è un granchè elegante elargire "ex catedra" lezioni di buona educazione. Un saluto.
Valeria Bellagamba 2013-09-10 15:16:04
Sono d'accordo con la proposta di Mario Rossi, via delle Caserme andrebbe riqualificata così come si potrebbe utilizzare lo spazio del reparto mobile che è sprecato da quando non c'è più la scuola di polizia. Pedonalizzare il tratto di via Cavallotti tra i portici e via Maierini eviterebbe all persone che so recano in duomo di rischiare di finire investite quando ci sono matrimoni o altre cerimonie così come eviterebbe gimkane alle auto nei giorni di mercato. Non mi piace invece l'idea di coprire il fiume, rovina anche la bella veduta dell'ansa tra i portici. Poi un parcheggio sarebbe proprio brutto
Dave Stirling 2013-09-10 16:03:13
E abbiamo tre proposte: [A] l'intombamento del Misa; [B] l'escavo del MIsa ai fini della navigazione fino al Brugnetto; [C] l'abbattimento del Duomo e della Caserma Avogadro, tutto parcheggio da Piazza Garibaldi al Misa!
Dave Stirling 2013-09-10 16:10:23
La [C] è mia, l'ho buttata dentro nel "milleproroghe".. :-)
Fiorenzo 2013-09-10 18:31:52
Ma un contributo europeo per la disinfestazione contro le zanzare non c'è ?
andrea 2013-09-10 18:47:00
tu stai a pezzi! ma se vuoi attirare l'attenzione e non ti senti considerato, un modo migliore di questo (perchè sono certo che neanche tu pensi una cosa del genere seriamente e l'hai proposta solo per noia!!) potrebbe essere quello di correre nudo sul lungomare o per la piazza del duca nella tarda mattinata di una domenica di sole!
oppure c'è sempre il prozak.. in bocca al lupo!
Franco 2013-09-10 18:52:37
Caro Leonardo, apprezzo la tua fantasia, che con gli anni, invece di affievolire si accentua......continua così, non ti impigrire....
Leonardo Maria Conti 2013-09-10 19:13:59
Sig. Stefano, grazie per la lezioncina.
p.s. ex catHedra.
Cordialità.
stefano 2013-09-10 19:29:17
Non avevo poi tutti torti, sig. Conti. Dal momento che quelle degli altri sono "lezioncine" ( dal diminutivo o vezzegiativo ironico), le sue al contrario sono lezioncione . Sempre dalla cathedra beninteso e magari con la H maiuscola. E qui chiudo, perché i ping pong non sono la mia massima aspirazione. Un uteriore cordiale saluto da parte mia.
matteo 2013-09-10 20:40:01
Signor leonardo maria conti vada in germania e prenda qualche spunto un pochino più inteligente, arrivederci
Michele 2013-09-10 20:49:31
innanzitutto quoto Fiorenzo, nemmeno in una palude ci sono tutte queste zanzare, non vedo l'ora che arrivi l'inverno e a quanto pare non dovrò aspettare tanto. La seconda idea per migliorare la città? Iniziamo con il cambio Giunta.
massimo 2013-09-10 23:35:35
Ma Lei,"sig.Conti" è lo stesso che ha lodato il muretto del pianto costruito nella nuova darsena???Cemento,cemento e poi cemento!!!!
mah......
saluti.
Verdini L. 2013-09-11 09:56:19
A prescindere dall'idea esageratamente rivoluzionaria e trasgressiva, ritengo opportuno analizzare i problemi secondo un punto di vista diverso e decisamente più critico.
Qualcuno ha messo in evidenza la presenza sul tessuto urbano di spazi e luoghi abbandonati a loro stessi, obsoleti e decisamente antiestetici; ci sono costruzioni che ricoprono una vasta superficie del territorio senza essere in grado di svolgere in pieno la loro originaria funzione come ad esempio il XIV reparto mobile di Senigallia o il deposito della Polizia lungo via R. Sanzio. Oltre a queste ci sono anche i cantieri interrotti che purtroppo rappresentano una delle realtà più drammatiche di questa immensa crisi economica.
Proprio per questo ritengo che sia opportuno adottare un atteggiamento rivolto alla RIQUALIFICAZIONE di ciò che esiste e di ciò che non FUNZIONA COME DOVREBBE, così si può migliorare la città e tutto ciò attraverso, ad esempio, un'efficace ed altrettanto efficiente collaborazione tra PUBBLICO & PRIVATO che forse rappresenta la soluzione migliore per aiutare gli imprenditori senza pensare a gettare altro cemento...
Attraverso una Buona collaborazione mirata alla riqualificazione del "vecchio" si può cambiare il profilo della città, migliorando la qualità e la sicurezza della vita, senza danneggiare l'ambiente naturale.
Alberto 2013-09-11 18:48:31
Si sono dette un sacco di coglionerie ,nessuno si è interessato nel dire ci sono cittadini che ad ogni piena del fiume Misa stanno in ansia nel timore che acqua e fango invadano le loro abitazioni e in attesa che accada anche qualcosa di più grave per non aver ottemperato al D.P.R. 75/94 lic edilizia C94/130 e di aver agevolato nuove cementificazioni a discapito della sicurezza dei già residenti.Si parla anche di passeggiate nel Misa ma nessuno nota che il Misa è privo di manutenzione ,gli argini sono scomparsi e come pure l'alveo che si è ridotto della metà.Signori prima di scrivere FANTASIE andate a documentarvi,i già residenti della zona PEEP Misa sono più di 10 anni che richiedono sicurezza e riqualificazione della qualità di vita inutilmente .L'Amm.ne Comunale di Senigallia non vuol recepire né esposti né denunce omettendo arbitrariamente qualsiasi intervento!!!!!!
Silvia 2013-09-11 22:19:32
una piazza sopra un fiume è un progetto che io, personalmente, non avevo mai sentito;idea innovativa ma non mi piace coprire il fiume con il cemento; sono dell'opinione che non bisogna disturbare troppo la natura; valorizzerei il Misa e il centro storico pulendo il fiume che veramente non si può guardare....sembra un sottobosco, non un corso d'acqua ! Gli spazi per i vari eventi vanno cercati altrove ! ciao a tutti.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura