SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Anche l’Associazione Summer Jamboree depreca il gesto di Dionna Dal Monte

"Opinioni espresse sono personali. Il messaggio del festival di Senigallia è di inclusione e integrazione"

Balli in piazza al Summer Jamboree 2013

Riguardo alla partecipazione della cantante Dionna Dal Monte ad uno dei numerosi spettacoli che si sono susseguiti nell’edizione 2013 del Summer Jamboree, l’Associazione Culturale Summer Jamboree organizzatrice della manifestazione precisa che qualsiasi opinione espressa, in modo verbale o gestuale, da parte degli artisti che si esibiscono al Festival (soltanto quest’anno circa 200 persone in totale provenienti da tutto il mondo tra gruppi e singoli esecutori. 6 palchi e 45 spettacoli in nove giorni, e altrettanti DJ contest) è personale, e non rappresenta in alcun modo il pensiero, ne’ la cultura del Festival stesso.

Il Summer Jamboree rappresenta una cultura ed una musica ad essa legata che sono la punta di diamante della democrazia e dello spirito di libertà ed uguaglianza che infiammarono i cuori dei giovani occidentali e soprattutto nordamericani, portando alla cancellazione delle leggi sulla segregazione razziale ed all’integrazione tra razze. Da sempre il pensiero conduttore di questa manifestazione difende apertamente questa posizione legata ai più alti ideali di libertà e democrazia, tuttora validi; rappresentando ogni ceto sociale ed ogni razza.

Da sempre l’organizzazione del Festival è portatrice di un messaggio di inclusione e integrazione di cui è il Rock and Roll è emblema. Il Rock’n’Roll, nasce dall’unione di una mano nera con una mano bianca e rappresenta di fatto il primo fenomeno interrazziale della storia.

Ciò premesso riguardo al criterio di scelta degli artisti, quella in questione si era esibita anche nel 2012, in due occasioni, nel concerto di apertura e la grande serata conclusiva con la big band e gli ospiti cantanti, senza aver dato adito a nulla che avesse potuto far presagire lo sconcertante episodio di quest’anno che abbiamo anche noi deprecato.

Commenti
Ci sono 16 commenti
Michele 2013-08-13 22:45:01
Una cultura che ha esportato la Democrazia in tutto il mondo a suon di bombe, in alcuni casi atomiche, sganciate non su obiettivi militari ma sulle CITTA'!
Dave Stirling 2013-08-14 00:33:05
Nonostante le bombe che ci sono piovute addosso, sempre meglio della cultura "liberale" che c'era prima... certo a parole non la risolvevi.
A parte l'antiamericanismo... non ho capito cosa c'entrava questa col S.J. ... se dovete richiamare qualcuno, richiamate Dita Von Teese! Non canterà, ma è una gran Signora, e almeno veste "in stile".
tommaso cerusici 2013-08-14 01:53:44
sono anni che non commento una notizia senigalliese su un sito di notizie (mi ero riproposto di non farlo), ma questo comunicato grida vendetta!
ma cultura della libertà di cosa? ma spirito di libertà e uguaglianza dove? integrazione delle razze quando? ma andatevi a studiare un po' di storia prima di scrivere queste baggianate! il summer è un evento estivo che porta gente e soldi...tutto qua. senigallia vive di turismo e se si facesse il festival sulla foca monaca prenderemmo anche quello...purtroppo, dico io, poco male. ma accetto le regole del gioco di una città che vive di eventi e sui turisti (il "sui" non è casuale).
ma per favore, caro di liberto and co., evitiamo di celebrare o dare pseudo velleità culturali ad uno dei periodi più chiusi, segregazionisti e intolleranti verso il diverso da sé della storia recente americana!
negli anni 40 e 50 negli Usa non c'erano kennedy, luther king e i figli dei fiori (quelli sono venuti almeno 10 anni dopo) ma campi di concentramento per civili nati in giappone e abitanti da anni negli stati uniti, bombe atomiche sulle città, apartheid per i "negri", maccartismo, guerra in corea, etc...questo c'era.
bastava scusarsi per l'indegno ospite e per le porcherie che ha fatto davanti ad un pubblico ignaro di quanto stava avvenendo ( che tristezza). e chiuderla qua.
l'anno prossimo fate più attenzione a chi invitate...avete 11 mesi per farlo e soprattutto approfittate del tempo per studiare un po' di storia. male non fa...magari capireste che non sempre una musica gradevole e un sacco di gente vuol dire che la cultura che si "esporta" sia positiva.
solo un esempio. la festa hawaiana è un controsenso...negli anni 40 e 50 le hawaii non erano nemmeno uno stato americano (lo divengono solo nel '59) e i nativi erano considerati alla stregua di puri e semplici coloni da sfruttare e da far lavorare per uno stato che stava a centinaia di km di distanza. non penso avessero molto da festeggiare con ghirlande di fiori e ukulele!
ps: un suggerimento. non so chi ha scritto questo comunicato...ma cambiate ufficio stampa.
Michele 2013-08-14 09:11:45
SJ a parte fa piacere vedere che c'e' qualcuno che vede piu' lontano del suo naso e non si beve tutte le (...omissis...) che ci raccontano.
carlo 2013-08-14 09:11:51
Condivido molto il commento di Tommaso Cerusici.
Mi auguro che alla cantante e al gruppo venga emesso il foglio di via da Senigallia, così per un bel pezzo non li vediamo a Senigallia.
L'organizzazione dovrebbe annullare il pagamento per offesa alla Costituzione Italiana e per apologia al nazi-fascismo.
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-08-14 10:21:42
Finalmente un commento, quello di Tommaso Cerusici, obiettivo, storicamente fondato. Senigallia machiavellicamente ha bisogno del SJ, per questioni di sopravvivenza, ma qui finisce tutto, perchè poi alla fine chi si scusa si accusa! Si sa le ciambelle non riescono tutte con il buco, ma le esperienze dovrebbero aiutare a non ricadere negli errori. Occhi aperti, quindi, per quella del 2014.
Rudimentary 2013-08-14 12:34:10
Sono sicuro che questa diciottenne (...omissis...) non sia davvero schierata, immagino più parte di quella travisazione del punk tutta americana come roba apolitica-amorale-ambigua da whitetrash e bikers, figlio del country teppista conservatore con qualche spruzzatina di "provocazioni" naziformi alla Motorhead (più che Sex Pistols). Detto questo, rimane comunque una (...omissis...) senza appello, a livello musicale come concettuale. Ma chi si scandalizza ora, voglio proprio sapere dove è stato finora. Il Jamboree è NOTORIAMENTE un covo di fasci e boneheads che si comportano da padroni, e in passato decine di episodi di violenza sono stati completamente insabbiati da (...omissis...) coi pelati. Quando smetterete di supportare questo (...omissis...) di manifestazione, potrete fare tutte le polemiche che volete.
corto maltese 2013-08-14 12:49:50
A nessuno è venuto in mente che FORSE e sottolineo forse, sia stata una trovata pubblicitaria per far parlare un po' di sè. Senza cattiveria...ma fino a ieri tale Dionna dal Monte non si era mai sentita nominare e chi non arriva dove vuole per merito...
lucky lacchini 2013-08-14 13:12:45
non avevo dubbi che bastasse un episodio irrilevante a macchiare un festival. per gli "storici" qui sopra. e chi ha mai detto che il periodo americano 40-50 fosse rose e fiori? in ogni caso, chi, in quegli anni, scelse di abbracciare il movimento rock'n'roll, di certo non andava a braccetto con la mentalità comune, ne con quel governo repressivo. a costo della propria carriera, e, spesso della propria incolumità. non è forse un gesto rivoluzionario? provate a parlare con chi ha vissuto quegli anni, che calca i palchi di senigallia da quattordici anni, e sentite come descrivono la propria vita. allora, ed anche adesso. chi ha scritto l'articolo scatenante ha descritto un saluto romano. peccato. riguardando tutti i video, secondo per secondo, NON SI TROVA QUESTO SALUTO. quindi, gentilmente, prima di "mettere i cani all'acqua" come si dice dalle mie parti, verificare bene. perché con quella riga di testo, si travisa completamente il fatto. la ragazza ha una svastica tatuata? peccato che quando è salita sul palco non si vedeva. peccato che l'anno scorso non è successo niente di tutto ciò. dietro al palco c'erano dei neofascisti? qual'è la testata giornalistica che accredita un neofascista a proprio nome? mica c'è il credo politico, quando un giornale musicale richiede un accredito stampa. quindi fatela finita, con le lezioni. è stato un gesto minuscolo, non voluto e fortemente condannato. nel complesso articolato di questa manifestazione. ah, quindi, a proposito, se si condanna un gesto, si diventa conniventi? ma per piacere. provate a dire a me che sono un fascista, e vediamo come va a finire. le parole, ahnno ancora valore, per qualcuno. caro rudimentary, "pieno di fasci e boneheads" mi pare eccessivo. certo, fuori dal mama mia, per alcuni anni, ce li siamo trovati. ma solo per il jamboree? io andrei piano a scagliarmi. e poi, dove erano gli uomini di sinistra, a contrastarli? i fasci sono ovunque, adesso anche sulle schede elettorali (FN) e vanno a fare banchetti e proselitismo in tutte le piazze. accusiamo le amministrazioni di lasciarli fare? chi ha concesso a FN di finire dentro l'arco costituzionale? invece di scagliarvi con veemenza contro una manifestazione che non solo fa bene alla città, ma raduna gente che "non ci sta" con la destra americana di allora (sempre per gli storici: fu hoover ad uccidere il rock'n'roll, con la famosa frase "il rock'n'roll, per questo paese, è una minaccia ben superiore a quella del comunismo". e fu nel 58. prima di MLK e dei figli dei fiori.) quindi continuerò ad essere uomo di sinistra, rivoluzionario, uomo di rock'n'roll, ed a sostenere una manifestazione senza ombre. tornate nelle piazze a fare politica, attiva, se ne avete voglia e forza. il fascismo striscia tra le pieghe del qualunquismo, oggi più che mai.
Dave Stirling 2013-08-14 14:39:52
E come se non bastasse, la tipa da scandalo anche a Bologna.
E' venuta a farsi un po' di promozione.
Ma una ricerchina con Google, prima di chiamare qualcuno?
http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/politica/2013/14-agosto-2013/show-cantante-neo-nazista-parco-resistenza-2222615018960.shtml
Frank 2013-08-14 22:19:31
Bisogna fare come hanno fatto in ungheria e Polonia:ci vorrebbe una legge anche per APOLOGIA DEL COMUNISMO e proibire i simboli come falce e martello di questa ideologia fallimentare che ha fatto 100 milioni di morti in tutto il mondo.
Michele 2013-08-14 23:53:31
Il Comunismo che conoscono questi qui e quello teorico, quello dei libri! Quello utopico che non esistera' mai. La realta' e che chi ha potuto e scappato da questo regime sanguinario paragonabile al Nazismo, http://m.youtube.com/watch?v=wMOe88r5wrE molti sono morti.
Attenzione a non dare spago a questa gente, guardatevi cosa succedeva nella Germania Est e cosa succede ancora nei paesi Comunisti. Sono una dittatura di colore diverso non la soluzione.
Tuzzy 2013-08-15 03:44:04
Buahahahah Quando le svastiche le portava sid vicious era alternativo... Quanta ipocrisia, si dice no alle discriminazione e poi se un artista é nazi e non fa politica mentre canta bisogna zittirlo ed emarginarlo e discriminarlo a sangue Fatevi vedere da uno bravo, perché o siete (...omissis...), o siete ipocriti.
Blue Star 2013-08-16 20:01:55
Non fa politica? I suoi spazi sono un trionfo di propaganda filonazista! Svegliatevi e fate un minimo di ricerche prima di invitare certa gente!
Anti Nazi 2013-08-16 20:06:15
Ma fatela finita con questa storia della "ragazzina che non poteva sapere"! Guardate questo video (http://www.youtube.com/watch?v=3T7AWnFt4_g) in cui dice testualmente, al min. 1.07, che è NEONAZI e NAZIONAL SOCIALISTA e che ha fatto il tatuaggio delle SS che ha sulla guancia in Italia perchè "i neonazi in Italia sono tanti", mentre in America avrebbe avuto grane. Fortunatamente si è resa conto che non è così e che in Italia NON è LA BENVENUTA. GO HOME!
Eden 2013-09-24 01:33:13
(...omissis...) nazisti non li vogliamo in Italia. Hanno già assassinato abbastanza gente.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura