1.199 Letture Nessun commento

Arvultùra invita sindaco e cittadini di Senigallia a un confronto sul bilancio

L'incontro pubblico si terrà il 6 giugno all'auditorium San Rocco

Alessandro Genovali e Nicola Mancini Un incontro pubblico per parlare del bilancio comunale, alla presenza del sindaco e dei cittadini, in quella che si presenta come un’assemblea popolare.


L’iniziativa – ideata dallo Spazio Autogestito Arvultùra – si terrà all’auditorium San Rocco il prossimo 6 giugno, dalle ore 21.

Nicola Mancini (Arvultùra) spiega il perché di un tale incontro: “negli ultimi tempi abbiamo assistito a ripetuti tagli, puntualmente giustificati dalla sempre più grave carenza di risorse degli enti locali, bloccati inoltre dai vincoli del Patto di stabilità. Penso, da ultimo, al caso merende nelle scuole. Diventa dunque più che mai necessario aprire il bilancio comunale – che sarà discusso proprio nel mese di giugno – alla città, individuando cioè assieme ai cittadini le attuali priorità, il modo in cui gestire i pochi soldi a disposizione, ecc“.

Questi aspetti – aggiunge Mancini – non possono più essere decisi soltanto dalla politica, ma assieme alla gente“; non si tratta dunque – come evidenzia Alessandro Genovali (Arvultùra) – di “portare il bilancio in piazza per farlo conoscere, ma di costruirlo nella piazza e con la piazza. In un momento difficile come questo, l’amministrazione comunale – accettando un dialogo e contribuendo a far sì che i cittadini tornino concretamente a decidere di questioni cardine per la comunità – può non essere un “avversario politico”, anche per chi in passato ne ha contrastato le decisioni“.

Lo Spazio Autogestito fa sapere che all’incontro parteciperanno sicuramente i gruppi spontanei che negli ultimi anni e mesi si sono battuti ad esempio per la difesa della merenda nelle scuole, contro i tagli all’assistenza per i disabili, contro la complanare, per una “discussione che sarà fuori dal sistema dei partiti, e dunque più vera e utile. Tutti i cittadini che interverranno potranno porre domande concrete all’amministrazione rappresentata dal sindaco Mangialardi, che ha già confermato la sua presenza“.

In particolare, tra i punti di confronto vi saranno l’individuazione di servizi da salvaguardare in toto anche in periodo di tagli, la creazione di un welfare municipale – cioè il sostegno a progetti di servizi sociali auto-organizzati – e di un bilancio partecipato che preveda spazi di decisione per i cittadini, e – da ultimo ma più importante – la possibilità di una “coalizione” tra amministrazione comunale e cittadini per difendere i servizi essenziali messi a rischio, anche a costo di non rispettare il Patto di stabilità.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato? Effettua l'accesso ... oppure Registrati!