Onoranze Funebri F.lli Costantini
1.054 Letture Nessun commento

Furti a Marina di Montemarciano, Montignano e sul lungomare Marconi

Carabinieri indagano su una serie di furti ai danni di abitazioni private e del ristorante l'Ancora

Caserma dei Carabinieri di Senigallia Nuovi furti a Senigallia e Marina di Montemarciano e ancora pochi dati per risalire all’identità dei responsabili. Così potremmo riassumere i tre casi avvenuti nelle ultime ore tra venerdì 15 e sabato 16 febbraio 2013, in alcune abitazioni e in un’attività di ristorazione nella giurisdizione senigalliese.

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia stanno indagando su un furto verificatosi a Marina di Montemarciano, in Via delle Betulle, dove ignoti hanno approfittato dell’assenza dei padroni di casa per mettere a soqquadro l’abitazione e asportare oggetti preziosi. Oltre a non poter usufruire di videocamere di sorveglianza o testimoni, i militari non hanno nemmeno potuto effettuare i rilievi alla ricerca di impronte digitali utili alle indagini poiché i proprietari avevano già risistemato il tutto.

Ma i militari dell’Arma senigalliese stanno svolgendo ricerche e indagini su altri due casi avvenuti a Senigallia.
Uno si è verificato nella frazione di Montignano, in Via Caprera, dove ladri non ancora identificati, dopo aver forzato una porta finestra, si sono introdotti in un’abitazione, hanno manomesso una cassetta di sicurezza e asportato alcuni monili. Neanche qui è stato possibile ricavare elementi utili alle indagini.

L’ultimo episodio è avvenuto invece sul lungomare G. Marconi, ai danni del ristorante L’Ancora, nei pressi del porto senigalliese. Qui, un ladro si è introdotto, approfittando dell’orario di chiusura, all’interno del ristorante per asportare un computer portatile ed altri effetti.
I militari, grazie al sistema di sorveglianza interno del locale, hanno potuto riconoscere e identificare senza ombra di dubbio che si trattasse di un pregiudicato della zona, J.M., classe 1983, tunisino, noto per precedenti specifici, senza fissa dimora.

Non è stato però rinvenuto nemmeno presso l’ultimo giaciglio, che l’uomo aveva precedentemente costruito con cartoni e pezzi di legno per ripararsi dalle intemperie, motivo per cui i militari ritengono che si sia allontanato da Senigallia per rivendere altrove la merce rubata.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato? Effettua l'accesso ... oppure Registrati!