SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Con il Musikè Senigallia un pomeriggio speciale nel carcere di Montacuto

L'associazione tra gli organizzatori di un concerto in mezzo ai detenuti, dal grande significato sociale

PcConnect
Concerto a Montacuto tra i detenuti

La fisicità della batteria e il calore dei ritmi partenopei nella casa circondariale di Montacuto di Ancona. Il percussionista Tony Cercola, insieme al chitarrista Francesco Di Vicino e al poeta Antonio D’Errico, si è esibito lunedì 10 dicembre all’interno del carcere dorico.

Alla presenza del Direttore dell’Istituto, Santa Lebboroni; del Comandante, Gerardo D’Errico, fratello dello scrittore; di educatori e agenti di polizia penitenziaria, Cercola ha scaldato la platea di circa 200 detenuti che si sono cimentati in balli, canti e, soprattutto, alcuni hanno suonato lo jambè con il batterista napoletano. Il concerto è stato organizzato dall’Istituto, per forte volontà del Comandante D’Errico, con la collaborazione della scuola di musica Musikè di Senigallia che sta portando avanti da un anno all’interno del penitenziario due corsi di chitarra, con i docenti Andrea Celidoni e Marika Profili, e uno di tastiere, con Giulia Torbidoni.

Cercola, che ha collaborato e collabora con artisti come Bennato, Baccini, Pino Daniele, Mia Martini, Murolo e Dario Fo, ha eseguito sue composizioni come Stella d’oro”, “Col sole e con l’acqua” o altre ispirate al Sud America e ai ritmi argentini, tratte dal suo cd “Voci scomposte”.

Io sono qui con voi oggi – ha detto il batterista – e mi sento come voi. Io mi divido tra Scampia e gli altri quartieri napoletani che spesso vanno a finire nei tg, ma cerco di prendere il meglio e di trasformare il male in bene. Anche voi dovete prendere il positivo che avete e usarlo e fare in modo che questo periodo della vostra vita vi arricchisca. Da oggi prendete le emozioni della musica, l’adrenalina delle percussioni e la libertà delle nostre voci“.

Tony Cercola si esibisce a Montacuto tra i detenuti

L’evento ha ospitato anche un momento di riflessione grazie all’intervento del poeta Antonio D’Errico, autore anche delle biografie di Eugenio Finardi, Mimmo Cavallo e Marco Pannella, che ha letto e interpretato alcuni suoi versi, tratti dalla raccolta “Zenit” scritta insieme a Donato Placido. Componimenti che, esprimendo forti stati d’animo, come il dolore per la lontananza dalle persone amate o il desiderio di riscatto, hanno saputo catturare l’attenzione e il silenzio dei detenuti.

Poi è tornata la musica e il ritmo incalzante di batteria, bonghi africani e cembali. Cercola, che si dichiara un percussautore in quanto egli stesso scrive i testi delle sue composizioni alle percussioni, mescola ritmi mediterranei e sudamericani e inventa sia strumenti artigianali, come la “Cassettadrums”, (una sorta di bongo coperto di compensato con l’aggiunta di una cordiera), che linguaggi nuovi come il “lumumbese” che riprende un antico dialetto vesuviano. Egli ha saputo riversare tutta la sua energia sui detenuti e improvvisare sulle canzoni arabe che alcuni reclusi hanno accennato con il bongo africano Il risultato è stato la liberazione della voce e del corpo per dare vita a una mescolanza di suoni, ritmi ed emozioni diverse. “Quando uscirete da qui – ha concluso Cercola – non dovete essere più arrabbiati di prima. La musica vuole essere un mezzo per crescere e tirare fuori la parte più tenera e femminile dell’umanità“.

Un concerto che ha portato svago e movimento dentro le mura di cinta e che, come ha detto la Direttrice Santa Lebboroni “è l’augurio di Natale da parte dell’amministrazione del carcere ai detenuti, affinché i loro desideri possano realizzarsi“.

Commenti
Ci sono 8 commenti
Tony Cercola 2013-01-24 09:28:31
Essere stato protagonista, nella casa circondariale di Montacuto- Ancona- portando una ventata di speranza ai fratelli detenuti è stato per me vitale ed importante.Stessa e analoga sensazione l'ha vissuta il sensibile ed eclettico scrittore Antonio G. D'Errico, fratello del Comandante che con la direttrice hanno voluto in occasione del S.Natale dare un messaggio di augurio e di rinnovamento dello spirito.Io e D'Errico abbiamo insistito di guardare oltre il muro,cercando di trovare il meglio di se' con un percorso di recupero vero che si giunga a vita nuova.Non si puo'detenere in carcere tanta gente in condizioni disumane, senza spazio idoneo e tra l'altro con costi alla societa'immani.Io dopo Montacuto ho suonato a Piazza Plebiscito con Pino Daniele-Stop Bajon - e ancora per 6 gg. al Palaprtenope, con Tullio De Piscopo,Tony Esposito e la Neapolitan Power....Con il noto scrittore Antonio G. D'Errico stiamo per ultimare la mia biografia, con testimonianze dei grandi della musica partenopea e, faccio un appello anche ad un editore di rilievo di credere in questo progetto, perchè davvero unico e valido....Grazie ancora.
Tony Cercola 2013-01-24 09:34:13
Ribadisco l'appello ad un editore che creda davvero in questo progetto editoriale e, lo possa far conoscere partendo dalla mia infanzia, dal costruirsi gli attrezzi musicali e tanto ancora fino ai giorni ns. con fatti ed aneddoti davvero unici.In caso di riscontro da parte di qualche editore potete contattare la mail del mio agente e dell'autore gerardoderrik@virgilio.it. Inoltre faccio un appello alla regione Marche, semrpe tramite la mail gerardoderrik@virgilio.it di potermi far suonare con il mio gruppo nelle vs. meravigliose e splendide piazze della regione Marche,che l'ho trovata molto bella ed accogliente. Sono fiducioso anche nelle feste del Pd e dei altri partiti senza problemi....Sono a disposizzione a prezzo moderato....e giusto.
Tony Cercola 2013-01-24 09:36:00
Mi scuso di qualche errore perchè non sono riuscito a vedere dove scrivevo quindi c'erano altre parole...Grazie agli amici di Senigallia a Celidoni a voi del Giornale che siete sempre attenti e sensibili...Spero in un vs. positivo riscontro.
Tony Cercola 2013-01-25 12:44:02
Grazie Senigallia Notizie per l'aver approvato l'inserimento dei miei commenti ...
Sono fiducioso in un vs. riscontro magari per fine campagna elettorale, a prescindere dal colore politico.Infine spero che nelle piazze di Fermo, Senigallia etc.etc. contattate tramite mail il mio agente... gerardoderrik@virgilio.it. Aspetto un vs.riscontro anche nell'acquisto della mia biografia e non solo inserita in un libro, scritto da Antonio G. D'Errico... con interventi di Tullio De Piscopo, Tony Esposito,Sandro Petrone, Gragnaniello e Pino Daniele ...La famosa neapolitan power...
Tony Cercola 2013-01-26 14:08:25
Dimenticavo Antonio G. D'Errico uscira'a fine febbraio con il libro: Roberto Straccia.Sogni Infranti per iti di Anordest-distribuzione Messaggerie e De Agostini-.
Nel libro si descrive con l'aiuto del padre in particolare, Mario Straccia coautore, quei momenti difficili dalla scomparsa il 14 dicembre 2011 al ritrovamento il 7gennaio 2012... Momenti intensi, dove il ritrovamento sembrava oramai vicino, si pensava all'amnesia, si parlava di vari avvistamenti.Venticinque giorni di angoscia e ansia per i familiari.Sembrava il caso ad una svolta ma il mistero rimane...Io ho conosciuto Mario, la sera prima del concerto ad Ortezzano e, devo dire che mi ha profondamente colpito il suo modo di essere, un gentiluomo con un dolore insopportabile ed insanabile...Un opadre che grazie anche alla collaborazione con Antonio G. D'Errico, ha ritrovato la forza di raccontare e raccontarsi e, di mettersi in gioco, proprio per fare in modo che il figlio sia ancora in mezzo a loro e a noi.Allego link e, naturalmente nelle marche credo che di questa storia se ne parlera'ma anche in Italia se non all'Esstero....
Tony Cercola 2013-01-26 14:09:06
Roberto Straccia morto: trovato cadavere sul lungomare di Bari
Sabato 7 Gennaio 2012, 13:36 in Cronaca italiana
di Anita Richeldi
E' stato ritrovato sul lungomare di Bari un cadavere, probabilmente il corpo di Roberto Straccia, il giovane scomparso a dicembre da Pescara. Si indaga per istigazione al suicidio.



12 Gennaio 2012: Roberto Straccia morto: l'autopsia conferma la sua identità, il corpo trovato a Bari è il suo.

7 Gennaio 2012: Roberto Straccia: le foto del ritrovamento sul lungomare di Bari.

E' stato ritrovato, sugli scogli del lungomare a nord di Bari, un cadavere: si tratta quasi con certezza di Roberto Straccia, lo studente 24enne di Pescara scomparso dallo scorso 14 dicembre. (Foto Infophoto)

A lanciare l'allarme al 113, dopo aver visto un corpo tra gli scogli nei pressi del porto, un passante.

Il cadavere indossava pantaloncini da jogging di colore rosso con bande bianche, un K-way azzurro e scarpe da ginnastica grige, lo stesso abbigliamento indossato da Roberto nella sua ultima corsa sul lungomare di Pescara.

Il 14 dicembre scorso Roberto è uscito dalla casa che divide con altri studenti in una zona centrale della città - scrivevamo su Cronaca e Attualità 2.0 - per andare a fare footing sul lungomare.

Ha preso la direzione nord (verso Montesilvano) ed è stato ripreso lungo il tragitto da una telecamera del porto turistico. Da qui si sono perse le sue tracce.

Il cadavere è stato trasferito nell'istituto di Medicina legale del Policlinico di Bari per l'autopsia di rito e il riconoscimento.

La procura di Bari - informa Repubblica - ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, un espediente giudirico che permetterà agli inquirenti di sondare nel dettaglio le cause che hanno provocato la morte del giovane.

UPDATE: I familiari non avrebbero riconosciuto il corpo. Si attende quindi l'esame del Dna
Tony Cercola 2013-01-26 14:11:14
Estero e non Esstero.
MARIO ROSSI 2013-02-12 20:24:00
UNA INIZIATIVA DA PRENDERE IN TUTTE LE CARCERI D'ITALIA...DOVE SIDEVE PUNTARE ALLA CULTURA E ALLA MUSICA...UNA INIZIATIVA DAVVERO IMPORTANTE E LA DIREZIONE E IL COMANDANTE HANNO DIMOSTRATO DI ESSERE SENSIBILI E DI FARE ILLORO LAVORO CON AMORE...
BISOGNA TENDERE AL RECUPERO DEL REO E,NON A PEGGIORARE LE CONDIZIONI PSICO-FISICHE DEI DETENUTI.
PIU'LAVORO, PIU' CULTURE, PIU'MUSICA,NON E'POSSIBILE CHE UN ARTISTA COME TONY CERCOLA, CON UN GRANDE SCRITTORE ANTONIO G.D'ERRICO,DEVONO OCCUPARE UN LORO SPAZIO ...SARA'IMPORTANTE IL LAVORO SULLA BIOGRAFIA DI TONY CERCOLA...TRASPORTATA DALLA MAGICA PENNA DIANTONIO G.D'ERRICODI SICURO SARA'UN SUCCESSO.CONTINUIAMO COSI', CHE C'E'QUALCHE SPERANZA CHE IL MONDO MIGLIORI.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!