SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia

Attentato Senigallia: si aggrava la posizione dell’accusato

A Francesco Dadone contestato il crollo doloso

3.269 Letture
commenti
Il palazzo di via del Molinello a Senigallia

Sembra aggravarsi la posizione di Francesco Dadone, al momento l’unico sospettato dell’attentato incendiario avvenuto in un palazzo di via del Molinello a Senigallia tra il 26 e il 27 novembre scorso.

Il capo d’imputazione per l’uomo, chesi è dichiarato innocente, dovrebbe allargarsi dall’incendio doloso al crollo doloso, considerando che l’edificio è stato dichiarato inagibile nelle giornate successive all’episodio, e nessuna delle dodici famiglie residenti ha avuto la possibilità di tornare subito nel proprio appartamento.

l Gup che ha convalidato il fermo ha comunque concesso all’uomo – imprenditore residente a Mogliano di Fano di 54 anni – il trasferimento dal carcere di Villa Fastiggi al centro ustionati di Cesena, a seguito delle bruciature riportate sul corpo, originate secondo l’accusa dall’atto incendiario.

L’avvocato difensore di Dadone, Romolo Reboa, ribadisce intanto che le accuse al suo assistito, che aveva avuto una relazione con il presunto obiettivo dell’incendio, Nives Bigelli, si basano “su indizi e nulla più. Anche la presenza, testimoniata dalle telecamere del Comune di Senigallia, nei pressi dell’abitazione incendiata, era puramente casuale“.

Commenti
Ci sono 7 commenti
io 2012-12-04 12:19:25
avvocato ma (...omissis...) casuale era la sua vicinanza alla abitazione e casuali sono le ustioni ma (...omissis...)
Luca 2012-12-04 12:52:50
ustioni a sua insaputa!
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-04 14:36:39
Mi auguro che il sogetto ed il suo avvocato, abbiano fatto bene due conti, con i vari riti abbreviati ed ammissioni di colpa, prima di andarle a sparare così grosse. Se se la cava questo, dopo quello che ha evidentemente combinato, potrebbe cavarsela anche un reoconfesso!
Gabriele B. 2012-12-04 14:39:03
Va bene il diritto alla difesa, ma, con che faccia avvocato si presenta davanti ai residenti che sono stati costretti a lasciare le loro "sudatissime" abitazioni dal suo "casualmente" ustionato cliente ??!!
Gio 2012-12-04 19:46:55
@paul
Okkai potrebbe cavarsela
Senza scontare la pena se reo confesso
Ma poi domanda chi paga i danni
Che la palazzina ha subito?
Chi rimborsa i danni morali delle non so quante famigli coinvolte?
A me pare che la cosa in qualsiasi modo la si veda e destinata a prendere una brutta piega
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-04 20:14:29
@Gio, forse mi sono spiegato male io. Alle tue domande, la risposta è sempre la stessa: Il colpevole. Quello a cui mi riferivo è un'altra cosa. Vedo da più giorni che il soggetto in questione, per voce del suo avvocato, se le inventano tutte pur di passarla liscia. Dalla grave malattia, a scuse di vario altro genere. Un avvocato che si trova nelle condizioni di assistere un cliente indifendibile come pare sia questo tipo, di solito non punta a far assolvere il suo cliente, come sembra stia facendo. Prova semmai a "limitare i danni", cercando tutte le attenuanti possibili, per ottenere un'eventuale sconto di pena e quant'altro possibile ottenere. I reiconfessi non se la cavano per niente infatti. Vengono condannati ma con il minimo o comunque con qualche sconto. Il mio era un modo per dire che se riesce ad essere assolto questo tipo, nonostante tutti gli indizi portino al suo coinvolgimento, potrebbe cavarsela anche uno che si ritrova con una pistola fumante in mano di fianco ad un cadavere.
Patrizia Salvatori 2013-03-28 23:19:53
Buonasera, volevo aggiornarvi, ad oggi 28 marzo 2013 i miei anziani genitori sono ancora sfollati dal proprio appartamento che per loro sfortuna si trova sul garage dove il tipo ha pensato di fare danni, le famiglie nel palazzo sono 15, qualche famiglia è rimasta sempre a casa loro, e dopo neanche una settimana tutti erano rientrati, i miei continuano ad essere fuori, perchè si sono bruciati i travetti e si deve rifare il solaio, quando ??? Non si sa, nessuno dico nessuno si è preoccupato di andare a sentire se qualcuno ha visto qualcosa, sembra non interessi, eppure ci sono dei testimoni, il coniglio sapete che fine ha fatto...lo zio dell'ex lo ha portato a casa sua, mi chiedo ma forse non doveva essere sequestrato come tutto il resto? E' veramente assurdo non tanto l'attentato, ma le indagini.......se qualcuno può dirmi qualcosa, ringrazio.
Patrizia Salvatori
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura