SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rogo doloso in un edificio di via del Molinello: attentato a Senigallia

Residenti svegliati da uno scoppio dai garage, poi le fiamme in un appartamento - FOTO

9.459 Letture
commenti
Nirvana Club
L'incendio sviluppatosi dopo l'esplosione ha reso inagibile il palazzo

Un’esplosione ai garage, un incendio ad un appartamento, un coniglio appeso alla cassetta delle lettere e un biglietto lasciato su tutte le cassette postali degli altri condomini. E poi fumo dappertutto. Questa è l’incredibile situazione che i residenti del palazzo all’angolo tra via del Molinello e via Cellini si sono ritrovati davanti intorno alle 5 della mattina quando si sono svegliati a seguito della deflagrazione – probabilmente – di un rudimentale ordigno esplosivo e dalle fiamme appiccate volontariamente anche in un’altra parte dell’edificio.

Un grave episodio che ha sconvolto tutti, anche i Vigili del Fuoco chiamati a spegnere le fiamme in più punti dello stabile, che ha richiesto l’intervento di diverse persone, poco dopo le 5:20.

L'appartamento a cui è stato fuoco, all'ultimo piano del palazzo di via del MolinelloAlcuni inquilini del palazzo in via del Molinello si sono svegliati di soprassalto per dei rumori avvertiti nella notte tra lunedì 26 e martedì 27 novembre: qualcuno ha aperto la porta e visto il denso fumo nero che invadeva lo stabile e le fiamme appiccate a degli zerbini accatastati davanti la porta d’ingresso dell’abitazione all’ultimo piano.
Poco dopo un’esplosione, ancora non si sa attraverso quale meccanismo, derivante da del liquido infiammabile: fatto sta che la porta di uno dei garage (che non danno direttamente sulla strada) si è distrutta. Le fiamme poi, propagatesi anche ad altri box per le auto, moto, scooter e biciclette, hanno interessato anche il piano immediatamente sovrastante, svegliando di soprassalto chi ancora non s’era accorto di quanto accadeva.

Immediata la chiamata alle forze dell’ordine, e la fuga precipitosa per le scale dato che anche il pozzo dell’ascensore era pieno di fumo. Una volta fuori i residenti del palazzo si sono accorti di alcune scritte ingiuriose nei confronti di un’inquilina (solo dopo che i vigili hanno sfondato la porta del suo appartamento si è riusciti a sapere che non era nemmeno presente), di un coniglio appeso alla cassetta delle lettere e di alcuni biglietti fotocopiati.

L'incendio sviluppatosi dopo l'esplosione ha completamente annerito i garageIn queste “lettere” non rivendicate vi sono altri insulti verso la persona di Nives Bigelli, socio, assieme a Pietro Fattorini, della Euro Marmi, e frasi diffamatorie sul suo stile di vita, sulle sue frequentazioni, su dei soldi non dati. Faccende private mischiate a questioni aziendali dunque che avrebbero fatto scattare il piano di uno o più criminali di danneggiare la donna o i suoi beni. Di certo c’è che l’episodio poteva avere un risvolto ben diverso: per fortuna nessuno ha perso la vita in questo attentato intimidatorio.

Sono proseguite per diverse ore, fino alle 9:30 circa, le verifiche da parte dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Senigallia e di alcuni ingegneri sull’agibilità degli appartamenti e dei garage.
L’edificio, dichiarato completamente inagibile, è stato sottoposto ad approfondite verifiche: a preoccupare circa il possibile rientro degli abitanti a casa non è tanto la stabilità dell’edificio – non compromessa – quanto gli impianti fognari e delle utenze idriche ed elettriche.

L’appartamento più interessato dalle fiamme è quello immediatamente sopra il garage andato a fuoco. Il fumo è stato eliminato grazie a degli autoaspiratori, ma, oltre alle pareti annerite, rimane forte l’odore di bruciato che pervade l’edificio, perlomeno nella parte destra (sopra i garage). Per il momento si sta cercando di farvi rientrare più famiglie possibile, anche se i lavori da effettuare, prima di ripristinare la parte più compromessa, sono diversi: si dovranno prima puntellare i box auto interessati per poi passare a ristrutturare i canali e gli impianti elettrici e fognari dell’edificio.

Il palazzo di via del Molinello a SenigalliaL'ingresso del palazzo: vetri infranti e scritte sui muriLe cassette delle lettere in via del Molinello dove è stato rinvenuto appeso un coniglio

Commenti
Ci sono 5 commenti
Luisa
Luisa 2012-11-27 10:38:33
Sospetto che si guardino troppi film polizieschi!! Sempre peggio.
Melgaco 2012-11-27 12:58:45
A Senigallia c'è la 'ndrangheta
noi non siamo scemi 2012-11-27 19:00:51
Solo la 'ndrangheta?
Giulia 2012-11-27 19:32:50
Qui non si puó più stare al sicuro nemmeno a casa propria! È vergognoso!
indignata 2012-11-28 19:06:29
Spero verrà beccato il responsabile o i responsabili. Vergogna, aver messo in pericolo gente onesta che non ha nessuna colpa. Vergogna!!!!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura