SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Idv Senigallia: “No ai comportamenti antisindacali”

Il 14 novembre sarà la "giornata europea di azione e solidarietà" contro i licenziamenti facili

1.040 Letture
commenti
Sciopero FIOM - CGIL

Per noi dell’Italia dei Valori Senigallia questa giornata di mobilitazione è importante in maniera assoluta perché le parole del ministro Fornero e del presidente del Consiglio Monti sono la prova di un bieco opportunismo consumato sulla pelle dei tanti precari e dei senza lavoro, loro stessi dichiarano l’esatto opposto di ciò che fanno.

Non si spiegano, altrimenti, la legge sui licenziamenti facili, che sostanzialmente abolisce l‘art.18 dello Statuto dei Lavoratori, o le decisioni di lasciare inalterati sia le 46 forme di contratto precario, sia il costo del lavoro per le aziende che assumono a tempo indeterminato.

Sarà anche vero, come dice il ministro Fornero, che il problema non è solo italiano, ma è altrettanto vero che in Germania, Francia e Stati Uniti i governi stanno favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro e non di certo incoraggiando a licenziare, anche ingiustamente, senza prevedere il reintegro. Oggi, in Europa, il governo Monti rappresenta la vera destra liberista, scomparsa persino dall’Inghilterra di Cameron.

Riteniamo che le politiche di Monti non ci hanno portato fuori dalla crisi economica e hanno aggravato la crisi sociale. Se non si mettono in discussione le cause che hanno prodotto la crisi, non c’è via d’uscita. Bisogna invece difendere il lavoro e costruirne di nuovo, dentro un diverso modello di sviluppo rispettoso dell’ambiente e dei diritti. Per questo serve una politica industriale mirata, investimenti pubblici e privati, ricerca e innovazione.

I soldi vanno cercati dove sono, colpendo i redditi più alti e la rendita e non tagliando sulla scuola, la cultura e la sanità. Servono politiche finalizzate a cancellare diseguaglianze, discriminazioni ed esclusione dal lavoro di intere generazioni di giovani.

L’Italia dei Valori Senigallia che da sempre ha denunciato i comportamenti antisindacali perpetrati nelle fabbriche con il cosiddetto “modello Fiat”, ribadisce il proprio sostegno ai lavoratori e al più grande sindacato metalmeccanico del Paese, la Fiom Cgil.

Il 14 novembre il presidente Idv Antonio Di Pietro parteciperà allo sciopero di 8 ore indetto dalla Fiom in Campania. Noi dell’Italia dei Valori saremo davanti ai cancelli dello stabilimento di Pomigliano al fianco degli operai e raccoglieremo le firme per i referendum contro le modifiche dell’articolo 18, previste dalla riforma Fornero, e contro l’articolo 8 del decreto legge 138/2011 che, di fatto, ha cancellato i diritti minimi dei lavoratori stabiliti dai contratti nazionali.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura