SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A Senigallia nasce l’associazione Le Rondini

Una nuova veste per un gruppo di volontari già attivi sul territorio

Laboratorio di piccolo circo al Centro Le Rondini di Senigallia

Dopo 10 anni di attività un bel gruppo di volontari ha dato vita alla nuova realtà. Un progetto quello del centro interculturale Le Rondini, che avrà in sé grossi cambiamenti.

Una nuova sede, gentilmente concessa dall’Amministrazione comunale, e una nuova veste, sempre più pronta ad accogliere le nuove emergenze che riguardano i minori, in collaborazione con i servizi sociali del Comune di Senigallia.

Sintetizzando, si può dire che le attività del Progetto Le Rondini si focalizzano su:
– sostenere nello studio i minori con varie difficoltà scolastiche, linguistiche o familiari;
– supportare il minore straniero ed il suo nucleo familiare nel percorso di integrazione sociale;
– favorire un corretto scambio interculturale basato sulla scoperta delle ricchezze altrui e della tolleranza, sull’accettazione reciproca delle differenze e sull’accoglienza come continuo processo di dialogo, comprensione, arricchimento, attraverso attività di laboratori artistici e interculturali (danza, pittura, musica, narrazione, teatro ecc);
– sensibilizzare la cittadinanza attraverso eventi interculturali.

Il Centro è rivolto a 25-30 minori dai 6 ai 17 anni, iscritti alla scuola primaria e secondaria di I e II grado, residenti nel Comune di Senigallia. Il progetto viene proposto ogni anno agli istituti comprensivi e ai Servizi sociali della città e con questi enti si concordano le iscrizioni e le modalità di intervento.

L’attività è concentrata nel periodo scolastico, dal lunedì al venerdì, dalle ore 15.00 alle 19.00 (nel periodo estivo dalle ore 16.00 alle 20.00).

L’associazione di promozione sociale vuole rendere attivi anche i genitori perché diventino soci e sostenitori del progetto stesso.
Essa si propone come un luogo aperto a tutti, dove non ci sono barriere identitarie, culturali, religiose, sociali; un luogo accogliente con figure qualificate (insegnanti, medici, studenti, educatori) che sappiano affiancare la famiglia nell’educazione dei propri figli; un luogo in cui si svolgeranno attività di tipo educativo-integrativo e laboratori interculturali aperti a fruitori esterni.

Aiuti che non hanno confini:  questo è lo spirito che muoverà i volontari della nuova associazione con la volontà di  promuovere una società aperta e multiculturale, dove varietà e interculturalità siano una risorsa, una logica naturale per il futuro delle nuove generazioni.

Siamo grati a tutti quelli che hanno permesso di realizzare i 10 anni di attività (la Caritas, in cui si è sviluppato il progetto e l’Amministrazione comunale che ci ha sempre sostenuto in quanto molto sensibile a raggiungere l’integrazione dei bambini e dei giovani di ogni origine e provenienza sociale e culturale, nel rispetto della pluralità e della peculiarità delle culture) e grati a chiunque ci abbia consentito questa nuova svolta: poter muovere le ali di rondini in questo momento storico difficile, in cui anche operare il bene diventa una sfida. Avere sempre meno risorse economiche non fermerà l’entusiasmo di tanti bambini e adolescenti nello studiare ed impegnarsi, di tanti volontari nel prestare la loro opera generosamente, delle istituzioni pubbliche o private nel sostenerci come sarà loro possibile.
Ci auguriamo di avere un sempre maggior numero di sostenitori che abbiano tempo di aiutare i minori nello studio o che ci accompagnino in altro modo.

Per tutte le informazioni: 348.5569535, e-mail: lerondinisenigallia@gmail.com

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!