SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Idv Senigallia: Preoccupati dalla cecità sulla Bolkestein”

"Alcun tipo di soluzione è uscita dall'esecutivo Monti"

1.579 Letture
commenti
Ombrelloni chiusi

Noi dell’Idv Senigallia esprimiamo la nostra preoccupazione per l’evasione e la comoda, solo in apparenza, copertura sotto l’aspetto burocratico dimostrata dal governo Monti alla precisa domanda su cosa intenda fare per quanto riguarda l’uscita dalla direttiva Bolkesteindel settore balneare.

Alcun tipo di soluzione è uscita dall’esecutivo Monti ad oggi nonostante mesi e mesi di impegni istituzionali delle Amministrazioni comunali (tra cui la nostra con Delibere e atti votati in Consiglio), delle province e delle Regioni rappresentate con i loro più alti organi: la conferenza dei Presidenti delle Regioni, l’UPI e l’ANCI. Quasi che non vi è un riconoscimento da parte del governo Monti della specificità del settore e che non vi è contrasto con nessun altro Paese europeo per l’esclusione delle imprese balneari dall’ambito di applicazione della direttiva Bolkestein.

L’Idv è in prima linea nel difendere le specificità e le qualità del comparto del turismo balneare come dimostrano le proposte di legge presentate a firma del presidente On. Antonio Di Pietro e dell’On. David Favia e il fondamentale impegno del Presidente Sib Marche ed esponente Idv Enzo Monachesi.

Né propaganda né deriva è l’azione di tutela dell’impresa balneare, eccellenza della nostra città. Visti i rischi e l’importanza economica del settore nel nostro territorio vogliamo trasparenza da parte della politica governativa, che chiaramente deve dire ai cittadini se intende difendere i diritti di queste imprese, di questi lavoratori, di questa realtà italiana unica in Europa, che, invece, ancora una volta secondo il governo Monti a quanto pare dovremmo offrire alle solite multinazionali che arrivano qui, prendono e mandano a casa quelli che tutti i giorni assicurano sicurezza e reddito nel nostro Paese e nella nostra città.

Commenti
Ci sono 3 commenti
Elisa Santarelli 2012-09-16 16:18:55
Che cosa si aspetta Monachesi da Monti dipendente di Goldman Sachs? L'IDV è da anni alleata al PD, il partito dei burattini manovrati dalla finanza internazionale. La direttiva prende il nome da Fritz Bolkestein membro della Commissione Europea quando presidente era Romano Prodi (1999-2004). Infatti Bolkestein nel 2004 partecipa alla riunione Bilderberg a Stresa da cui riceve l'ordine di scrivere la direttiva sulla libera circolazione dei servizi in seno all'Unione Europea. Infatti i membri italiani del Bilderberg sono Mario Monti, Romano Prodi, Valter Veltroni, Enrico Letta, Padoa Schioppa, Domenico Siniscalco, Emma Bonino, Lilli Gruber, Gianni Riotta, Ferruccio De Bortoli, Lucio Caracciolo, Barbara Spinelli, Bernabè, Gianni Agnelli, John Elkann, Paolo Scaroni, Giulio Tremonti, Renato Ruggiero. E adesso di che cosa vi lamentate? Continuate a votare e ad essere alleati dei burattini dell'alta finanza poi quando le loro leggi criminali ricadono su di voi vi lamentate. Ben vi sta. Vi stanno portando via tutto anche l'aria che respirate. Invece di piagnucolare create una vera alternativa antiliberale e anticapitalista insieme a Rifondazione Comunista e al M5S. I veri partiti da spazzare via sono PD+PDL+UDC+SEL ormai veri e propri referenti delle banche e delle multinazionali. Eda allora sì finalmente come dice Grillo potremo volare alto !
BlackCat
Dionisio 2012-09-17 11:53:54
La direttiva va bene, in questo modo il settore non può rimanere. Le concessioni demaniali sono troppo basse, il settore è pieno di evasione (non tutti ma molti), a sud la tassa non viene nemmeno riscossa. Insomma. Così non può stare. Gradirei degli interventi propositivi invece di difendere un sistema marcio per paura di un altro, "probabilmente", altrettanto marcio. E basta a vedere il complotto giudaico-massonico-preterintenzionale-bildenberghiano ovunque. Altrimenti se qualcosa c'è di vero si rischia di rendere tutto così ridicolo.
Kanto 2012-09-18 14:03:15
Staremo a vedere se, dopo aver pensato, promosso e impropriamente annunciato alla stampa la variante del piano degli arenili (correva l'anno 2010)e la sua riuscita, il presidente Monachesi riuscirà anche questa volta a far valere le sue ragioni in qualità di uomo politico e rappresentante delle istituzioni e quelle dell'imprenditore privato, ragioni che a mio avviso sono sempre più macroscopicamente in conflitto d'interesse.
Idv di Senigallia fateci un favore : liberatevi di talune persone che altro non fanno che farvi perdere consensi.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura