SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Comì di Cucina

Senigallia: venerdì 3 agosto le letture dal volume “MarcheNoir”

L'appuntamento è per le ore 21.30 presso la libreria-edicola Quilly's

La copertina del volume MarcheNoir

Venerdì 3 agosto 2012, alle ore 21.30, a Senigallia, presso l’edicola-libreria Quilly’s, sita sul Lungomare Dante Alighieri 11/bis all’altezza dei Bagni 65, si terrà un reading di racconti tratti da “MarcheNoir”, antologia di storie noir ambientate nelle Marche, uscita in libreria l’11 luglio scorso per Italic peQuod.

Scritta dalla “Carboneria Letteraria” (http://www.carbonerialetteraria.com/) e dai suoi molti Friends, l’antologia di 19 inquietanti racconti ambientati in una delle regioni considerate più tranquille d’Italia è stata curata da Andrea Bacianini e Antonio Maddamma.

19 racconti ‘cattivi’ di scrittori marchigiani e non, alcuni già noti alla critica, che disegnano una nuova mappa del “bel paese con i dolci colli” al di fuori di ogni olografia turistica. Hanno scritto: Paolo Agaraff, Alberto Cola, Alessandro Morbidelli, Adrián N. Bravi, Ramona Corrado, Giuseppe D’Emilio, Gianfranco Sanchioni, Alessandro Cartoni, Raffaello Ferrante, Antonio Maddamma, Roberto Sturm, Gianluca Antoni, Marica Petrolati, Manuela Maggi, Lorenzo Trenti, Luca Pakarov, Giorgio Giaccaglini, Andrea Bacianini, Pelagio D’Afro.
“MarcheNoir” è anche su Facebook: http://www.facebook.com/antologiamarchenoir

Dopo il successo ottenuto dall’antologia NeroMarche, questa nuova raccolta di racconti noir si propone come seguito ideale di quella felice esperienza. Rispetto alla prima, questa antologia vede la presenza anche di autori non marchigiani, che per diversi motivi hanno le Marche nel cuore, ma lo spirito creativo che accomuna gli scrittori del gruppo Carboneria Letteraria & Friends è sempre lo stesso: smentire nella maniera più categorica che le Marche siano un‘”isola felice” immune (o quasi) al problema della criminalità, forte di un tessuto socio-economico privilegiato rispetto ad altre regioni italiane e del retaggio di una secolare civiltà contadina spesso idealizzata.

I 19 racconti di MarcheNoir vogliono dirci proprio questo: il vizio alberga sotto una patina di virtù nei cittadini benpensanti, così come le oscure radici di un male a lungo celato riaffiorano nel falso idillio delle campagne, e i tentacoli della criminalità organizzata raggiungono facilmente anche la riviera adriatica.

Nulla resta indenne dallo scontro con la complessità del reale: anche nell’atmosfera ovattata della remota provincia si annidano i germi dell’inquietudine, della follia e della disperazione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!