1.204 Letture Nessun commento

Calcio, il settore Juniores di Corinaldo vince il titolo provinciale

Il ricordo della stagione nelle parole dei ragazzi

Il Corinaldo Calcio Juniores Per la prima volta nella quarantennale storia del Corinaldo Calcio FC ASD la Juniores vince il titolo provinciale. Ventidue vittorie, un pareggio, tre sconfitte, miglior attacco del torneo (82 reti), seconda miglior difesa (36 reti). Una cavalcata impetuosa partita ad agosto e terminata a maggio con il titolo tra i piedi, quelli corinaldesi, fautori di una vittoria più che meritata. Basterebbero queste poche righe per rendere il senso di quello che questi ragazzi dai 17 ai 20 anni hanno combinato. Invece no. Le vittorie non arrivano da sole, hanno alla base volontà, sacrifici e sorrisi. Un tripudio visto con gli occhi del mister Luca Coppari.

Una stagione memorabile.

Dopo il traguardo della passata stagione (secondi), la squadra, sulla carta, numericamente parlando, è meno forte: “Da ventuno dello scorso anno a diciotto di questo, per finire con sedici giocatori“.
Non c’erano i presupposti per volare troppo in alto. Ma il destino è già scritto.

Quest’anno siamo sempre stati primi o secondi. Fino alla prima giornata di ritorno, quando abbiamo conquistato la vittoria contro la seconda. Da lì, sempre in vetta con due punti di distacco fino all’ultima giornata. Una cavalcata molto avvincente, ma anche molto stressante. Il segreto? Il divertimento e la fiducia“.

Un debutto di stagione inaspettato, una sconfitta (4-5), proprio contro quel Sassoferrato che darà del filo da torcere fino alla fine. Nel mezzo del cammino tante vittorie.

Alla decima giornata arriva la seconda batosta (Borghetto- Corinaldo 2-1). La svolta arriva una domenica di gennaio.

Trasferta a Sassoferrato: “Siamo andati a pranzo, squadra e dirigenti, un divertimento unico. Era una partita delicata. Eravamo primi a pari merito, loro una squadra fortissima, talmente determinata che aveva messo in campo tutti i fuori quota possibili per vincere.

Zero a zero fino a qualche minuto dalla fine. Poi il gol di Filippo Rotatori. Una gioia incredibile. Lì abbiamo capito che ce l’avremmo potuta fare. Siamo andati a più tre. Una giornata memorabile“.

Come quella del 13 maggio, l’ultima (gara vinta contro il Vallesina City per 6-0). Solo una vittoria avrebbe sancito l’egemonia del Corinaldo Calcio.

Siamo entrati in campo sotto una pioggia battente, davanti a un gran pubblico, il nostro“.

Dopo il fischio finale la squadra odora di spumante, al mister viene fatto toccare il cielo con un dito.

“La cosa bella, che va al di là del risultato è che siamo riusciti a creare un gruppo. Io, da giocatore ho vinto due campionati, ma la gioia che provi nel vedere i tuoi ragazzi felici le supera tutte”.

Non è ancora finita. “Abbiamo le finali contro le altre squadre vincitrici provinciali, che decideranno chi sarà il campione regionale-provinciale delle Marche”.

Per prima cosa vorrei ringraziare la società poi tutti gli allenatori del settore giovanile, i ‘miei’ dirigenti Vinicio Franceschetti, Mauro Cicetti, Amedeo Nanu; Fabrizio Piermattei, figura nuova e fondamentale, trait d’union tra la Juniores e la prima squadra, Cristina, la custode del campo, Giacomo Anibaldi, fisioterapista che ne ha rimessi in piedi tanti, Michele Biagini da ieri (domenica) la mascotte ufficiale della Juniores e come ultimo, anche se è quello più importante, un grazie a Gianluca Giuliani, esempio di coraggio e coerenza“.

L’unione fa la vittoria.

Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato? Effettua l'accesso ... oppure Registrati!