SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

In corso la visita a Istanbul della scuola media “Fagnani” di Senigallia

Il viaggio rientra nel progetto europeo di partenariato "Comenius"

I ragazzi della Fagnani in visita a Istanbul

Il soggiorno in Turchia dei venti ragazzi della Scuola Media “Fagnani” e dei loro quattro accompagnatori, iniziato il 26 marzo con l’arrivo all’aeroporto di Istanbul, è giunto a pochi giorni dalla sua conclusione, prevista per il 4 aprile. Il viaggio rappresenta la seconda fase di un interessante progetto Comenius di Partenariato bilaterale che coinvolge la scuola senigalliese e il Liceo “Galatasaray”, i cui studenti sono già stati ospiti dei loro compagni italiani lo scorso mese di maggio.

L’esperienza in atto  si sta rivelando un veicolo significativo per allargare orizzonti e interessi, promuovere sensibilità culturale, favorire comunicazione e lavoro di squadra  e fornire ai nostri studenti di oggi  le risorse e gli strumenti per diventare i cittadini attivi del mondo di domani.

Le attività svolte nel corso di questi giorni hanno coniugato le modalità della vacanza di studio, che hanno consentito agli studenti di conoscere da vicino la quotidiana esperienza scolastica dei ragazzi turchi seguendone le lezioni di lingua inglese e di lingua italiana, e del viaggio d’istruzione finalizzato alla scoperta delle bellezze naturali e dei monumenti più significativi di Istanbul, dalla navigazione sul Bosforo alla visita di Santa Sofia, del Topkapi e della Moschea Blu.

Particolare interesse hanno suscitato le lezioni di lingua turca tenute da una docente del Liceo Galatasaray, che i ragazzi hanno affrontato con curiosità e interesse, provando giorno dopo giorno la soddisfazione di aver appreso i primi rudimenti di una lingua considerata pregiudizialmente ostica e inaccessibile.

L’esperienza in terra turca si sta poi dimostrando particolarmente significativa sul piano dell’interazione tra studenti di diversa nazionalità, che mette i ragazzi nella condizione di fare appello a tutte le proprie risorse, linguistiche, culturali e umane, per superare le differenze, foriere di inevitabili difficoltà, cercando comunque di comunicare e di comprendere l’altro rendendosi disponibili al dialogo e al confronto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!