SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’Idv di Senigallia difende le 800 firme raccolte per l’abolizione delle Province

Canti: "Dopo la bocciatura della legge elettorale, la volontà popolare non può essere scippata di nuovo"

1.429 Letture
commenti
Netservice - Web design, costruzione siti internet
Raccolta firme Italia dei Valori

Noi dell’Idv Senigallia ringraziamo tutti i senigalliesi che il 17 febbraio si sono fermati, in tanti, al nostro sit-in in piazza Roma a parlare e discutere dell’inchiesta “Mani Pulite” e i suoi sviluppi. E a Milano la manifestazione nazionale al teatro Elfo Puccini ha registrato il tutto esaurito.
Tutto quanto è stato importante per aiutare a ricordare, perché questo aiuta ad avere un futuro migliore.
Dopo venti anni la situazione certo è peggiorata, vent’anni fa avevamo un paese malato grave, oggi siamo alla metastasi. E’ diventato, infatti, più difficile scoprire i reati, anche per le nuove leggi. In più, si fa finta di non vedere il male.

Il problema è che questo sistema è il vero ostacolo alla ripresa dell’Italia.
Ma chi può venire a investire in Italia, con istituzioni inquinate fino al punto che se non sei recidivo non puoi fare carriera?
Altro che articolo 18! Non è per nulla l’articolo dello Statuto dei lavoratori il problema.

Come ricordato il 17 febbraio a Milano, prima del 1992 c’era rassegnazione nei confronti di un sistema politico corrotto, se siamo qui ora è merito di quanto successo allora a Milano e Palermo. Quell’epoca ha prodotto una primavera in tutti i comuni d’Italia.
Questa stagione è una risorsa per la democrazia del nostro Paese da cui trarre energia per far nascere una nuova primavera oggi cambiando facce, cambiando persone e cambiando leggi, a partire da quella sul finanziamento pubblico dei partiti.

La società civile è pronta al cambiamento e noi dell’Idv Senigallia l’abbiamo visto anche nella raccolta firme per chiedere il referendum per cambiare la legge elettorale “porcellum” e l’abolizione delle province.

Per quest’ultima questione, senza scendere in polemiche con nessuno visto le numerose uscite al riguardo, chiediamo semplicemente il rispetto per più di 800 cittadini senigalliesi che hanno firmato per il disegno di legge costituzionale che l’Italia dei Valori ha proposto, raccogliendo complessivamente 420mila firme che chiedono che si discuta in Parlamento dell‘abolizione delle Province e di una riforma degli Enti locali.

Le altre forze politiche – PD, PDL e Terzo Polo – l’abolizione delle Province, di fatto, l’hanno votata in Parlamento, votando il pacchetto Monti.
Ma, il contenuto della riforma proposta dal Governo Monti è insufficiente in quanto non modifica, di fatto, l’attuale assetto, e sottrae alla libera determinazione del corpo elettorale la possibilità di eleggere tale Ente.

Quindi, solo con una riforma razionale, organica e complessiva dello Stato e degli Enti Locali si potrà affrontare il tema delle caste, dei costi della politica e degli sprechi, il tutto nell’interesse dei cittadini e del nostro Paese.
La proposta di legge popolare sull’abolizione delle Province – promossa da noi dell’Idv – costituisce, invece, l’avvio di un complessivo processo di riforme e punto da cui partire.

Ecco perché va subito messa in discussione in Parlamento evitando di scippare un’altra volta la volontà popolare come fatto per il referendum elettorale, 900 i Senigalliesi firmatari nei nostri banchetti e 1 milione e duecentomila i cittadini del nostro Paese che hanno chiesto il superamento del ‘porcellum’ e un sistema elettorale maggioritario e bipolare in cui poter scegliere i candidati.

Scippare, perché in barba ai cittadini si sta cercando un sistema elettorale favorevole alle condizioni individuali dei singoli partiti di governo in incontri all’Hotel Minerva invece che nelle Commissioni.

Noi crediamo che le riforme vadano fatte in maniera trasparente nei luoghi Istituzionali in modo che i cittadini possano vigilare, come nel nostro Comune si sta facendo per la gestione del servizio idrico dell’acqua pubblica della nostra città.
Per questo chiediamo alle Istituzioni l’ascolto, di fronte anche ai numeri, dei cittadini senigalliesi.

di Stefano Canti
Italia dei Valori Senigallia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura