SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Batte la testa e cade in acqua al porto di Senigallia

Avvocato cinquantatreenne trasportato d'urgenza in eliambulanza a Torrette

Porto di Senigallia: darsena turistica

E’ intervenuta l’eliambulanza al porto di Senigallia, a fine mattinata del 18 febbraio, per trasportare d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette di Ancona il cinquantatreenne senigalliese che, per cause ancora da stabilire, è caduto in acqua dalla darsena turistica.

Si tratta di un avvocato di Senigallia, S. M. del 1959, appassionato di navigazione e frequentatore dell’ambiente diportistico della città, che, stando a quanto ci riferisce l’Ufficio Marittimo, la mattina di sabato 18 si trovava sulla darsena.

Quello che non è chiaro sulla dinamica è se S. M. abbia accusato un malore o sia scivolato: fatto sta che l’uomo ha battuto la testa ed è poi caduto nelle acque del porto di Senigallia. Immediato il soccorso che gli ha prestato un altro uomo, che si trovava con l’avvocato, il quale si è tuffato per salvarlo.

Sul posto, oltre ai sanitari del 118, sono intervenuti agenti del Commissariato, che insieme agli uomini della Capitaneria di Porto hanno disposto l’atterraggio dell’eliambulanza, il cui intervento si è reso necessario a causa delle gravi condizioni in cui versa il cinquantatreenne. Il soccorritore è stato invece trasportato all’ospedale di Senigallia e sottoposto agli accertamenti del caso.

Commenti
Solo un commento
Un povero tra i poveri (di politica) 2012-02-19 13:49:00
UN ANGELO ERA LI. Malore, caduta in mare, ma prima sbatte la testa su una imbarcazione perdendo i sensi, disgrazia su disgrazia pensando anche alla temperatura dell'acqua del mare in questi giorni. Di più non si poteva chiedere alla sfortuna, ma un angelo era li, non ha pensato un attimo a buttarsi in mare alla ricerca e recupero dell'amico privo di sensi, mettendo a rischio anche la sua vita, vero è che poi è stato portato anche lui all'ospedale. Forza Avvocato, l'aspettiamo, forse nella disgrazia ha trovato un tesoro di amico. Al Sindaco segnalo l'atto del soccorritore (le istituzioni si devono vedere anche in questo), compreso i complimenti a tutti i primi intervenuti la cui opera non deve essere stata assolutamente facile in quelle condizioni. COMPLIMENTI A TUTTI anche ai soccorsi istituzionali.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura