Teatro Portone - spettacolo 19 febbraio 2012
1.737 Letture Nessun commento

Senigallia, conclusa l’emergenza neve. Il Sindaco: “Gestita bene”

Mangialardi elogia il centro operativo comunale. Spesi circa 250.000 euro senza contare ancora i danni

Senigallia e la neve. Foto di Simone Tranquilli Nel Comune di Senigallia “l’emergenza neve è stata gestita bene“. E’ più che positivo il commento del primo cittadino della spiaggia di velluto, Maurizio Mangialardi, nel giudicare come è stata affrontata l’ondata di maltempo che ha messo in ginocchio l’intera regione Marche.

Maltempo che ha lasciato molti comuni in gravi difficoltà per la neve caduta abbondante, soprattutto sulle zone collinari ed interne, ma che non ha certo dimenticato la fascia costiera.

A Senigallia in pochi giorni ne son caduti “solo” 50 cm (nelle zone collinari, mentre in centro si è raggiunta la soglia dei 30) che si sono aggiunti agli altri 20 registrati con la primissima ondata di 12 giorni fa.

E a questo ammontare, il Centro Operativo Comunale – la struttura predisposta per l’organizzazione delle misure antineve guidata dal Comandante della Polizia Municipale Flavio Brunaccioni – ha risposto in modo che il Sindaco ha definito “efficiente ed ottimale”. Proprio nella mattinata di giovedì 16 febbraio si è tenuta l’ultima riunione in cui si è fatto il punto della situazione, dopo la fine dell’emergenza maltempo.

Ed ecco allora qualche dato in attesa delle stime ufficiali, che i vari paesi hanno iniziato a stilare dopo aver raccolto le segnalazioni di danni e disagi.
A Senigallia, oltre ai 70 centimetri di neve caduti complessivamente, sono stati acquistati, per far fronte al ghiaccio, circa 2000 quintali di sale.

A questa spesa va aggiunto il compenso degli operatori che hanno spalato la neve e liberato le strade: 48 persone, retribuiti con i buoni voucher, divisi in due turni (mattina e sera/notte) da 24 addetti ciascuno, che hanno reso transitabili le strade comunali.
Insomma un bel lavoro (in alcuni punti ancora non concluso, vedi le polemiche sui marciapiedi scivolosi) per cui sono stati sborsati dalle casse comunali circa 250.000 euro.

Ma qui arriva la nota dolente: ancora non c’è un conto dei danni subiti da neve e ghiaccio. La cifra si potrebbe alzare di molto se si pensa che l’acqua infiltratasi in molti punti, quando si è trasformata in ghiaccio, ha “allargato” le fessure, rovinato le strade, creato buche, danneggiato le superfici e, per ultimo, cadendo, ha causato danni ai mezzi parcheggiati, il distacco di rami sulle automobili sottostanti o il crollo di alcune tettoie e capannoni.

Abbiamo dimostrato una buona organizzazione – afferma il Sindaco Mangialardi - nell’affrontare le emergenze e sono contento che molti privati cittadini si siano rimboccati le maniche, com’è previsto nello statuto comunale, e abbiano liberato i passi e i tratti di marciapiede di propria competenza. Nel futuro, la cooperazione tra pubblico e privati sarà sempre più indispensabile“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato? Effettua l'accesso ... oppure Registrati!