SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Al Musinf di Senigallia Alfonso Napolitano ricorda Gino de Dominicis

Il 4 febbraio mostra delle fotografie e delle tele sul tentativo di volare

Mostra Gino de Dominicis

Alfonso Napolitano ricorderà al Musinf, insieme all’assessore alla cultura Stefano Schiavoni e al direttore del museo senigalliese, Carlo Emanuele Bugatti, la vicenda creativa e l’opera di Gino de Dominicis, uno dei protagonisti della arti figurative di fine Novecento.

Alfonso Napolitano presenterà una serie di sue grandi composizioni su tela, ispirate al famoso tentativo di volare, compiuto da Gino De Dominicis in quella che resta una delle perfomance storiche dell’artista anconitano, morto a Roma.

A De Dominicis il Moma di New York ha recentemente dedicato una grande mostra di pittura e l’enorme scultura “Calamita cosmica” è stata oggetto di esposizioni a Milano, in Piazza del Duomo nonché a Roma, in occasione dell’inaugurazione del nuovo Museo Maxxi.

Alfonso Napolitano ha realizzato le fotografie per il volume che la Mediateca delle Marche ha dedicato alla mostra della calamita cosmica, realizzata alla Mole Vanvitelliana.
L’appuntamento artistico è per sabato 4 febbraio, alle 11, al Musinf .

Alfonso Napolitano illustrerà le fasi esecutive della suite delle fotografie e delle tele realizzate per ricordare la performance del tentativo di volare, compiuta da Gino De Donicis. Nell’occasione Alfonso Napolitano formalizzerà la donazione di queste tele al Museo comunale d’arte moderna di Senigallia.

Napolitano è nato ad Avella, ha fatto parte del novero dei giovani artisti anconitani che portarono una ventata di innovazione nel settore delle arti visive negli anni Sessanta e Settanta, come lo stesso Gino De Dominicis, Enzo Cucchi, Pacus e Fulgor Silvi.

Le grandi colombe su fondi spaziali realizzate da Napolitano, che sono state rese note da tante esposizioni, sono caratterizzate da piani di acceso cromatismo e richiamano, internazionalmente, all’Open Form di Olle Baertling, ai cui dipinti e alle cui sculture i musei d’arte moderna di Stoccolma e Copenaghen dedicano oggi intere sale espositive.

Napolitano si è messo in luce anche come fotografo teatrale, avendo realizzato le serie fotografiche dei primi festivals di In Teatro a Polverigi. Si tratta di fotografie pubblicate nei cataloghi, che accompagnarono il successo iniziale di In Teatro.
Questa suite fotografica è oggi conservata al Musinf di Senigallia.

Commenti
Solo un commento
Fulgor Silvi 2012-02-09 10:20:21
Mi ha fatto molto piacere vedermi citato nell'articolo. Infatti tra la fine degli anni '60 e i primi anni '70 eravamo una "punta di forza" in quella Ancona purtroppo ancora spenta per tutto ciò che riguardasse le sollecitazioni delle avanguardie. Un caloroso grazie all'amico Alfonso per la sua meritoria opera di fotografo, artista e documentarista.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura