SenigalliaNotizie.it - Metti il tuo banner
1.299 Letture Nessun commento

L’impegno della Fondazione Caritas di Senigallia per chi ha perso il lavoro

La Bottega del Signor N(essuno) ritira mobili usati e li mette a disposizione di famiglie bisognose

CaritasIl lavoro è un bene fondamentale non solo per la sopravvivenza economica delle persone ma anche perché dà dignità e, quando si perde, non manca solo il sostegno economico ma ci si sente psicologicamente provati, fino a rassegnarsi e a ripiegarsi su se stessi. La crisi economica di questi anni porta con sé indubbiamente gravi risvolti psicologici e familiari.


Per questo la Fondazione Caritas Senigallia Onlus ha attuato una serie di percorsi di reinserimento lavorativo volti a restituire dignità alle persone coinvolte. L’attività della Caritas in questo settore mira ad accompagnare il soggetto in un percorso volto ad attestare il rispetto dei tempi di lavoro e l’osservanza di regole comportamentali adeguate, tale da fornire agli utenti coinvolti un’occasione di riqualificazione professionale.

E’ nato così il progetto Bottega del Signor N(essuno) finalizzato a potenziare ed implementare un servizio che dal 1995 alcuni volontari della Caritas Diocesana di Senigallia hanno attivato: sgombero locali e messa a disposizione dei mobili raccolti per singoli e famiglie bisognose.

La Bottega offre pertanto l’opportunità a persone in momentaneo stato di difficoltà di trovare un’occupazione in ambiente protetto che, oltre a garantire un immediato sostegno al reddito, permette la sperimentazione di un’attività lavorativa, l’acquisizione di competenze e capacità; la riattivazione di strumenti e risorse personali eventualmente spendibili anche in contesti lavorativi non protetti e nel mercato del lavoro produttivo.

I soggetti che lavorano presso la Bottega si occupano del ritiro dei mobili presso le abitazioni di chi ne faccia richiesta e della distribuzione al pubblico dei mobili riutilizzabili. Da gennaio sarà ampliata la fascia oraria di apertura del magazzino di Brugnetto di Ripe in cui vengono riposti i mobili fino a quando non vengano riutilizzati.

Il costo delle borse lavoro è sostenuto dagli Enti Pubblici o dal Fondo di Solidarietà istituito dalla Diocesi per aiutare le persone in difficoltà a causa dell’attuale crisi economica. Per il 2010 il progetto "La Bottega del Signor N." è stato finanziato da Fondazione Cariverona per € 40.000 per l’accoglienza e il reinserimento lavorativo per persone senza dimora o in situazione di grave emergenza.

La Caritas Italiana, attraverso l’8×1000, finanzia con € 65.000 il progetto "Ora una casa propria, un lavoro”, per dare autonomia e indipendenza alle mamme sole con minori a carico, già inserite in percorsi comunitari di accoglienza. Infine, il Lions Senigallia ha sostenuto i progetti lavoro, aderendo al Fondo di Solidarietà con € 15.000.

dalla Diocesi di Senigallia

Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato? Effettua l'accesso ... oppure Registrati!