SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rapporto di Legambiente sul rischio idrogeologico: promossa solo Senigallia

La nostra città è la più virtuosa d'Italia nei lavori di prevenzione di frane e alluvioni

Il fiume Misa in piena il 28 ottobre 2010E’ stato pubblicato il rapporto di Legambiente redatto a seguito della campagna "Operazione Fiumi 2010". Più di 5.500 i comuni italiani esaminati, moltissimi ne sono usciti con giudizi negativi e una sola città con una votazione pari a ottimo: Senigallia, che ottiene addirittura 9,5 su 10. Di seguito la motivazione tratta dal rapporto.

E’ nelle Marche il comune più meritorio nella prevenzione delle frane e delle alluvioni. Va infatti al comune di Senigallia (con il voto raggiunto di 9,5/10) il primato nazionale di Ecosistema rischio 2010. Infatti, a seguito di interventi di delocalizzazione, non sono presenti abitazioni e industrie in aree a rischio idrogeologico e viene realizzata un’ordinaria attività di manutenzione delle sponde e delle opere di difesa idraulica.

Il Comune si è dotato di un piano di emergenza aggiornato, ha organizzato iniziative di informazione rivolte alla popolazione ed esercitazioni per verificare la reale efficacia del piano d’emergenza. Nel territorio comunale sono presenti sistemi di monitoraggio e di allerta in caso di pericolo. Infine nei piani urbanistici sono state recepite le perimetrazioni delle aree a rischio del Piano di Assetto Idrogeologico. Il comune di Senigallia non riesce a raggiungere il voto di 10/10 per la presenza in area a rischio idrogeologico, nonostante gli interventi di delocalizzazione già realizzati, di un centro commerciale.

Una corretta gestione del territorio, un buon piano d’emergenza, le campagne di informazione rivolte ai cittadini sul rischio idrogeologico e le attività esercitative rendono questo comune un esempio positivo per il nostro Paese. Per questo il Comune di Senigallia sarà premiato da Legambiente e dal Dipartimento della Protezione Civile con la bandiera "Fiume Sicuro" da esporre nel territorio comunale come riconoscimento dell’ottimo lavoro svolto.

Un risultato eccellente, dunque, quello raggiunto da Senigallia, ma che immaginiamo non mancherà di sollevare polemiche, in quanto il riconoscimento giunge a dieci giorni di distanza dall’esondazione del fiume Cesano, con il Comune ancora impegnato in tavoli tecnici con le imprese danneggiate, e dopo l’allarme lanciato dal Comitato Versus Complanare riguardo ai lavori sul tracciato autostradale, che stanno interessando pesantemente gli alvei dei fiumi del senigalliese.

di Luca Ceccacci

Luca Ceccacci
Pubblicato Martedì 7 dicembre, 2010 
alle ore 14:25
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Solo un commento
peppe de pelo 2010-12-11 17:46:52
questi che ha fatto el piano hanno visto solo le cartoline
andate a leggere il corriere del 8 dicembre 2010......
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!