Logo farmacieFarmacie di turno


Paolucci Dott.ssa Francesca
SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Qualche domanda a "Futuro e Libertà"

Andrea Scaloni le rivolge a Belogi, Canestrari, Ferrero Donati, Marcantoni e Mercuri

Esponenti di Futuro e Libertà per l’ItaliaConfesso di non aver ancora capito le ragioni dello “strappo” di Fini. O meglio, la coerenza tra le dichiarazioni d’intenti e i successivi comportamenti. Nemmeno mi sono chiare, quindi, le ragioni di “Generazione Italia”, che a Senigallia ha scelto di stare con Futuro & Libertà.

Dopo averne letto il manifesto, queste sono le domande che vorrei rivolgere ai fondatori per capirci qualcosa in più:

1. Dire “giustizia equa e legalitaria per tutti” è sinonimo di “legge uguale per tutti” (art. 3 della Costituzione)?

2. Considerate il Lodo Alfano una legge ad personam, un provvedimento a tutela d’una funzione istituzionale, o cos’altro?

3. Nel caso lo consideriate una legge ad personam, perché FLI ha votato …continua a leggere su Popinga, il blog di Andrea Scaloni

di Andrea Scaloni

Andrea Scaloni
Pubblicato Mercoledì 27 ottobre, 2010 
alle ore 10:51
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 22 commenti
Paolo Belogi 2010-10-27 11:42:06
Confesso..
Confesso ancora di non capire come si possa non capire ma provo a dire che il passaggio in Commissione del Senato è stato oggetto di qualche riflessione e proprio quel voto a cui fai riferimento è stato rivisto e corretto già negli immediati passaggi successivi. Il lodo Alfano deve servire a tutelare una funzione, e non una persona e non deve essere reiterabile perché la legge è uguale per tutti: nel caso del Presidente del Consiglio i processi devono essere sospesi e non certo annullati.
Passaggi che saranno presto definiti anche dal manifesto ancora in definendo di cui si discuterà alla Convention di Generazione Italia prevista per il 6 e 7 novembre prossimi (e non scorsi) a Perugia.
Poi si sa in politica, per fortuna o purtroppo, i compromessi sono pane quotidiano. Io dico per fortuna perché in gioco c'è l'Italia e non un condominio, e confesso di trovarmi bene in un partido abbastanza grandicello (almeno nei sondaggi) che ha l'umiltà di tenere conto dei messaggi che gli giungono dalla base.
Andrea Scaloni 2010-10-27 13:05:49
Ri-confesso...
Paolo,
posso capire la tua risposta al punto 3), cioè che il voto in commissione è stato una decisione "affrettata" su cui avete poi "riflettuto". Sorvoliamo pure.
Ma se dici che il Lodo deve tutelare una funzione e quella funzione si esplica in una serie di mandati, allora logica vuole che il Lodo sia perpetuo, altrimenti non si tutela la FUNZIONE in astratto bensì il SINGOLO MANDATO di chi è investito di quella funzione.
Tu poi dici che il Lodo "non deve essere reiterabile perché la legge è uguale per tutti". Questa secondo me è un'assurdità grande come una casa. Non è la reiterabilità del Lodo che rende la legge NON uguale per tutti, ma semmai il Lodo in sé.
Se vi fosse una legge che dicesse "Andrea Scaloni non è processabile per 5 anni del reato d'omicidio, mentre Paolo belogi sì", quella legge violerebbe il principio di uguaglianza, ma NON perché si riferisce a 5 anni anziché a 10 o 20.
Paolo Belogi 2010-10-27 13:22:49
Riprovo a ridire
Il lodo deve tutelare il presidente del consiglio il quale deve governare per la durata prevista, salvo inciampi, e deve cessare di farlo quando il presidente del consiglio non è più presidente del consiglio. I processi sospesi, e non annullati, andranno ripresi.
Paolo Belogi 2010-10-27 13:39:11
piesse
PS: piano piano riusciremo anche a non far candidare chi, secondo un'ottica finalmente legalitaria, non potrà essere candidabile.
Andrea Scaloni 2010-10-27 14:19:00
Ri-riprovo a ridire
Se bisogna tutelare la FUNZIONE di Presidente del Consiglio, chiunque egli sia, anche se viene rieletto per un successivo mandato, allora il Lodo dev'essere reiterabile. O no?
Cinzia Ferrero Donati 2010-10-27 16:36:39
Lodo reiterabile se...
Bisogna tutelare la funzione del Presidente del Consiglio in carica e non deve poi essere rieleggibile se non ha chiarito le sue situazioni pendenti, e non per essere protetto dai magistrati ma dalle eventuali denunce messe in atto solo per screditarlo.Dopo aver chiarito la sua posizione giudiziaria credo che al momento della sua rielezione debba godere nuovamente del Lodo fino al termine del mandato.Quest'ultima proposta non mi pare di averla sentita...la dovrò proporre al nostro presidente.
Anonimo2010-10-27 16:48:46
fini persona ambigua
il suo comportamento ambiguo sulla casa deve far riflettere...la giustizia , anche per lui , è piu uguale...non mi sono mai fidato, gia dai tempi del msi...vada a lavorare, lui ed i suoi servi...
Gaspa 2010-10-27 18:43:09
ROTFL
Scusate ma sto ancora ridendo per il lodo "Cinzia Ferrero"...
Andrea Scaloni 2010-10-28 08:46:03
Cinzia dice che...
Cinzia dice che il Lodo dev'essere una tutela "una tantum" della funzione di Presidente del Consiglio in carica. Quindi, se le parole hanno un senso, non tutela la funzione: tutela la persona di "questo" Presidente del Consiglio in carica.
Paolo Belogi 2010-10-28 11:32:33
Punto
Allora, il Lodo Alfano è ancora oggetto di discussione in spazi, senza nulla togliere a Luca, più alti di un qualsiasi blog o sito di Senigallia; a quegli spazi giungono le istanze della periferia di Generazione Italia che secondo una struttura parzialmente rodata dialoga costantemente con i vertici. Andrea spinge verso una considerazione che, allo stato delle cose, non può essere quella definitiva di Futuro e libertà e nemmeno quella di Generazione Italia perché ci troviamo ancora in itinere. La mia opinione che, ripeto, non è ancora quella che Generazione Italia potrà esprimere nei prossimi giorni alla luce di confronti e dibattiti, è che il Lodo Alfano (ormai indissolubilmente legato alla situazione oggettiva di Silvio Berlusconi) debba essere bloccato e Fli non debba votarlo. Ma, torno a ripetere, è solo la mia opinione con cui cercherò di contagiare il neonato circolo che rappresento che auspico possa portare al dibattito ancora in corso una sua istanza il più possibile chiara. Ma poiché non sono un libero battitore, come è concesso fare ad altri, non faccio fatica a dichiarare che per fedeltà al gruppo e senso di responsabilità mi adeguerò a quanto sarà elaborato dal circolo di Generazione Italia di Senigallia. Per me, e sottolineo per me, Futuro e libertà, ora che è una realtà che ogni giorno si va rafforzando sempre più, deve lasciare la responsabilità dell’approvazione del Lodo al Popolo della Libertà ed alla Lega, sua fedele alleata.
Andrea Scaloni 2010-10-28 13:56:31
Quindi...
Dire "indissolubilmente legato alla situazione oggettiva di Silvio Berlusconi" è molto diverso dal dire "ad personam"?
Gaspa 2010-10-28 15:55:48
Dai Paolo!
Ma perché cerchi sempre di giustificare qualcosa che è ingiustificabile?
Il lodo Alfano è una (...omissis...) indigeribile che voi di FLI dovete approvare solamente perché non siete pronti per le elezioni anticipate.
Se cercate di giustificare il lodo Alfano, vengono meno tutti i valori per cui vi siete staccati dal PdL e fate la figura dei peracottari.
Paolo Belogi 2010-10-28 16:57:44
facciamo che basta?
Questa partita di ping pong sta diventando quasi pall.. barbosa.
@Andrea: non, non è diverso e non rischio fucilazioni, nè le temo se scrivo "indissolubilmente legato alla situazione oggettiva di Silvio Berlusconi" piuttosto che "ad personam", vedo comunque che il senso è arrivato ma se piace leggasi "ad persona" in luogo del mio "indissolubilmente...".
@Gaspa: chi giustifica cosa? Il lodo Alfano è proprio quello che dici te, la base del partito dei 4 gatti sfigati ha fatto sentire la sua voce, il tiro è stato corretto, i valori fondanti di Futuro e libertà restano, la base dialoga con i vertici, i vertici di Futuro e libertà ascoltano la base.. boh. A me ed agli altri tre gatti va bene così e penso che continueremo su questa strada.
Andrea Scaloni 2010-10-28 18:42:13
Ok Paolo...
Ok Paolo, prendo atto che consideri il Lodo Alfano (retroattivo, rinunciabile o meno, reiterabile o meno) una legge "ad personam".
Intanto grazie, ci aggiorniamo a dopo la convention di Generazione Italia.
Gaspa 2010-10-28 19:34:32
Paolo, tu mi devi scusare, ma io sono un tipo pratico e quando sento queste infinite discussioni sulla lana caprina mi altero.
Ma ci vuole molto a dire che il Lodo Alfano è una legge ad personam, incostituzionale, ecc., invece di discutere per settimane della sua retroattività o della reiterabilità?
Mi spieghi inoltre cosa significa questa frase:
"Il lodo Alfano deve servire a tutelare una funzione, e non una persona e non deve essere reiterabile perché la legge è uguale per tutti".
Per me non ha assolutamente senso logico.
Diciamo che altri esponenti della base di FLI hanno dato risposte molto più chiare e logiche delle tue, ma questa è solo una mia modesta opinione.
Noto anche che sul Lodo Alfano c'è molta confusione, tanto che si afferma che il suddetto Lodo va contro le "denunce false", come se ad una denuncia corrispondesse necessariamente un processo.
In realtà il problema è che Berlusconi è costantemente sotto processo perché ne combina di tutte i colori e per evitare le condanne cerca in tutti modi di cambiare l'ordinamento per adattarlo alle sue esigenze.
Mi sembrava che ci foste arrivati anche voi, dopo 3 lustri di connivenza, ma evidentemente la situazione non vi è ancora chiara.
Capisco pure che il vertice di FLI temporeggi tatticamente per posticipare le elezioni, ma quello che non capisco è come facciate voi a bervi queste panzane galattiche ed a dibattere sul sesso degli angeli, anche quando le cose sono di una chiarezza sconcertante.
Paolo Belogi 2010-10-29 06:03:11
Amici...
...capisco che dopo quasi due decenni di oblio siano tante le aspettative di chi brancola alla ricerca di un capo per cominciare a dipanare la matassa. Che da più fronti si guardi verso Fini mi fa senza dubbio piacere ma: la sinistra (alias i gruppi, partiti e persone che si rifanno a quell'area) dovrebbe almeno tentare di uscire dal guado con le proprie forze mentre, come ha ricordato anche Francesco, noi siamo stati conniventi di questa maggioranza per tutta la durata del letargo dell'opposizione (di cui non ne intravedo il risveglio). La confusione che legge Gaspa e che domina questa fase è una confusione di qualche settimana e credo sia fisiologica per la nostra uscita dal guado. Non siamo il partito del tutto e subito: per quello ci sono Di Pietro e Grillo. Siamo solo un partito che discute e se in due mesi siamo arrivati fin qui penso che oltre alle parole ci sia anche sostanza.
PS: il punto di partenza, per alcuni, è che il lodo Alfano, non incarnato sulla figura di Berlusconi, e perfezionato e corretto, dovrebbe garantire agli elettori che chi ha il dovere di governare possa farlo senza scappare dai giudici per la durata prevista dal mandato; un pò come il permesso arancione di sosta per disabili: il centro storico dovrebbe essere chiuso al traffico, al traffico di tutti, ma io e altri miei 'colleghi' disabili grazie a quel permesso ho qualche limite in meno rispetto a tutti. Chi ha un permesso temporaneo deve... dovrebbe cessare di utilizzare il tagliando un volta recuperata la normale deambulazione.
marco 2010-10-29 09:19:47
pdl e affini
Si sta parlando del lodo alfano o della sinistra? no perchè mi sembra che belogi sia in difficoltà e allora piuttosto che rispondere l'ennesima volta e fallire l'ennesima volta, stia glissando contrattaccando su un'altra questione... tipico di pdl e robe affini...
LorenzoMan 2010-10-29 09:22:41
E io?
La cosa che mi spaventa un pò è che, manifestando la necessità di tutelare un Presidente del Consiglio ed un Presidente della Repubblica dalla Giustizia, si accetta passivamente che la Giustizia sia, in qualche modo e verso qualche direzione, deviata. Allora mi domando: chi tutela me? Non potrei essere io, piuttosto che un imprenditore, un sindacalista, un Governatore, un giornalista, la vittima di un sistema che agisce, evidentemente secondo la maggioranza, a comando e prendendo ordini da non-si-sa-chi?
Perchè i casi sono due: o si è colpevoli (ed a mio avviso prima si va in galera e meglio è, soprattutto se si riveste un incarico tra i due più importanti), o si è perseguitati da uno dei tre poteri dello Stato, nel qual caso piuttosto che pensare di salvare le chiappe a qualcuno, sarebbe bene debellare la minaccia.
Faccio comunque notare che sia chi osa indagare sul Premier, che chi contribuisce alla gloria del Ministro Maroni e del Governo facendo arrestare mafiosi, sempre Magistrato è.
Andrea Scaloni 2010-10-29 10:29:50
Amico Paolo...
Amico Paolo, non sono alla ricerca di alcun "capo" che mi dipani la matassa o che m'indichi la strada. La matassa è dipanata e la situazione è di una chiarezza abbagliante, basta solo togliere il vetro affumicato dagli occhi.
Destra, sinistra, centrosinistra, centrodestra, centro, semicentro, periferia, sopra, sotto, in mezzo, di lato, in diagonale, da dietro, da davanti, a pecorina, Di Pietro, Grillo, Fini presidente della Camera, Fini quello dei salumi, Berlusconi, Ruby e tutte le gnocche di questo mondo, SON TUTTE COSE CHE NON C'ENTRANO NULLA. Le uniche cose che c'entrano sono la Legge e la Costituzione.
Con tutto il rispetto, la stima e la considerazione che ho per te, Paolo, ti dico anche che il paragone dei disabili è del tutto fuori luogo.
Il permesso arancione di sosta è sacrosanto, ma se un disabile traffica in droga o spara a un passante deve andare in galera, esattamente come chiunque altro.
Paolo Belogi 2010-10-29 15:05:38
Belogi in difficoltà?
Difficoltà? Lo dico per tranquillizzare il Sig. Marco: mai affrontato un passaggio simile così serenamente. Ho vissuto da lontano quello che dal MSI portava alla nascita di An, un pò più da vicino la confluenza di An nel Pdl con Fi, ed ora la nascita di Futuro e libertà insieme a compagni di viaggio 'vecchi' e nuovi. Mai affrontato fase così serena e positiva.
Sul lodo Alfano credo di aver detto abbastanza di mio ed il seguito lo seguiremo insieme sui giornali nei prossimi giorni. Si potrà essere d'accordo con la tattica strumentale di Fli che vuole rimandare le elezioni per cui nutre timore (come scrive Gaspa), ma anche no. Io lo sono e le mie energie le spendo per costruire la mia parte. Ma vedo che altri si dedicano ad altro.

(mi scuso se appariranno due miei commenti simili ma intervengo di nuovo dopo un black out)
Gaspa 2010-10-29 16:11:50
errata corrige
Io non ho mai detto che FLI teme le elezioni(non mi mettere in bocca cose inventate), ma solo che gli serve un po' di tempo per prepararsi.
Roma non è stata costruita in un giorno ed anche per costruire un partito serve un po' di tempo.
Che poi il tempo debba essere trovato discutendo di questioni inutili, mentre l'Italia sta andando a rotoli, mi lascia perplesso.
Paolo Belogi 2010-10-29 19:50:47
inutilità
Ero andato troppo in là nell'interpretazione di quel 'pò di tempo per prepararsi' e recupero, se sono in tempo, sulle cose inventate che comunque per me continuano a far rima. E se sono questioni inutili mi chiedo perché su un sito di Senigallia siamo arrivati ad oltre 1000 letture ed una ventina di commenti. Rispolvero il facciamo che basta e vi invito domani al compleanno GOfar al bar 'la via granda' dalle 16,30 (vedi link sul mio profilo Fb).
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura