SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Servizi comunali tagliati: Senigallia senza difensore civico

Soppressa la figura dell'avvocato per i cittadini, sarà sostituito da quello provinciale che ancora non esiste

1.815 Letture
commenti

Il Sindaco Maurizio Mangialardi e l’avvocato Sabina SartiniIl Comune di Senigallia non ha più il difensore civico. A stabilirlo la legge nazionale sulla finanziaria che prevedendo tagli sui servizi delle Pubbliche Amministrazioni ha deciso di concentrare sul difensore civico provinciale tutte le competenze del collega comunale ormai destituito. Ma il problema vero è che ancora l’incarico provinciale non è stato attribuito, per cui per il momento rimane solo la soluzione URP, Ufficio Relazioni con il Pubblico.

A Senigallia sono 128 i casi ancora non risolti, e lo stesso vale per tanti altri comuni come Senigallia che si sono visti sopprimere da un giorno all’altro, a ridosso delle elezioni e delle festività pasquali, una figura molto importante per l’appoggio che dà alla città e ai cittadini. Una figura che, oltre alla consulenza sulle pratiche, dava anche un orientamento informativo e che ora, dopo la soppressione ufficiale avvenuta con il decreto convertito in legge venerdì 26 marzo, dovrà cercare di sbrigare tutte le pratiche ancora in ballo.

Pratiche che, per non lasciare i cittadini senza un incaricato ben preciso, verranno portate alla conclusione grazie alla disponibilità gratuita dell’avvocato Sabina Sartini. Il prossimo 28 aprile si terrà il direttivo del coordinamento dei difensori civici a Fermo, appuntamento da cui si potrà capire anche come si sono mosse altre amministrazioni comunali interessate dallo stesso provvedimento nazionale che ha colto un pò tutti di sorpresa, ammette la Sartini confermando che era in cantiere una manifestazione.

Il neo Sindaco Maurizio Mangialardi: “Con un colpo di spugna, senza prevedere un periodo di transitorietà per concludere le pratiche avviate e senza coinvolgere gli enti comunali, il Governo ha previsto la cancellazione di una figura fondamentale per il Comune. Un’azione scriteriata” il giudizio del primo cittadino.

Per il comune di Senigallia, uno dei primi nelle Marche ad istituire il servizio nel 1995 con l’avvocato Mario Severini (fino al 2000, poi subentrò Paolo Petrolati), ora si tratta di smistare tutto il “traffico” nei vari uffici tramite l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) che però non potrà dare alcuna consulenza legale adeguata. Nell’attesa che si individui il difensore civico provinciale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!