SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Hotel Corallo Senigallia

Parco Saline, per il Comune di Senigallia "non esiste e non è in programma"

Denuncia dell'opposizione che grida all'inganno: "quando lo diranno ai cittadini?"

2.687 Letture
commenti

Corinaldesi, Paradisi, MarcantoniCasuale scoperta della minoranza consiliare sul Parco delle Saline: secondo quanto si legge in una deposizione al Tar del Dirigente ai Lavori Pubblici del Comune di Senigallia Gianni Roccato, il "c.d. Parco delle Saline non è stato realizzato […] nè risulta la sua realizzazione, in alcun modo programmata dal Comune, onde al momento se ne deve escludere la realizzazione". Una scoperta che getta qualche ombra sul futuro dell’area verde e sportiva del popoloso quartiere Saline.

"Quello che mi chedo – sostiene Roberto Paradisi, legale del Comitato civico Quartiere Saline – è quando l’Assessore ai Lavori Pubblici intenderà comunicarlo alla città".

Dunque Pdl e Coordinamento civico all’attacco dopo l’udienza al Tar per la questione dell’antenna di telefonia mobile posta a ridosso del Parco delle Saline (dentro il parco, sostiene l’opposizione e il Comitato di residenti), che sempre stando alla documentazione offerta dal Dirigente Comunale Roccato e dai gestori di telefonia Wind e Nokia-Siemens, non si farà più.

Insomma la tesi che Roberto Paradisi, Fabrizio Marcantoni e Daniele Corinaldesi portano avanti è quella secondo la quale, per difendersi in tribunale, l’Amministrazione Comunale avrebbe rinunciato alla realizzazione del parco (peraltro già a metà) in modo da non dover togliere il traliccio fonte di inquinamento elettromagnetico.

A quanto risulta dai ripetuti valori registrati dall’Arpa Marche e dal Comune di Senigallia, il traliccio non solo rientrerebbe entro la soglia di attenzione, valore determinato dalla legge nazionale, ma sarebbe addirittura al di sotto della soglia di sensibilità dello strumento di rilevazione. Insomma valori di elettromagnetismo talmente bassi da non essere nemmeno "sentiti" dalla strumentazione.

Tutto questo perchè secopndo una legge regionale che disciplina le aree verdi urbane, nessuna antenna potrebbe rientrarvi. Mentre a Senigallia a ridosso degli impianti sportivi e delle aree verdi c’è un traliccio "sottratto", escluso dalla zona del parco.

Conclude Marcantoni, candidato a Sindaco di Senigallia: "Questa vicenda è una farsa, stanno trovando tutti gli escamotages per sottrarsi alla sentenza del Tar, un atteggiamento di disonestà intellettuale che per difendere il traliccio, fonte di introiti per le casse comunali, li ha portati ad abbandonare la realizzazione del parco tanto propagandato".

di Carlo Leone

Carlo Leone
Pubblicato Venerdì 29 gennaio, 2010 
alle ore 9:59
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 3 commenti
Prrrrrrrrr 2010-01-29 14:13:34
Prrrrrrrrr
Ma le elezioni pensate di perderle al primo turno o andate a perderle al ballottaggio??
Alberto Diambra 2010-01-30 10:16:33
Parco PEEP MISA
Vi meravigliate,del parco delle Saline che non esiste più?Sono anni che i già residenti della zona PEEP Misa richiedono la fruizione della parte di verde attrezzato o giardini come previsto ,ma utilizzato abusivamente per discarica di ogni genere e orti abusivi!!!A quando la restituzione dell'area?Eppure l'area sorce a qualche centinaio di metri dall'Ospedaled è circondata da abitazioni,non è tempo di civilizzare l'area???
Anonimo2011-09-29 08:55:52
Quanti soldi incassa il comune dagli operatori telefonici che sfruttano il palo come ripetitore? come vengono spesi quei soldi? da cittadino pretendo che i miei dipendenti pubblici me lo dicano. Grazie.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!