SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mauro Guenci continua a vincere: a Bormio si lascia dietro sette campioni del mondo

Una delle gare piu' importanti della sua carriera

692 Letture
commenti


clicca per ingrandireDopo la vittoria di febbraio a Luxor in Egitto, in apertura di stagione, dopo il memorabile record dell’ora che lo ha visto sfrecciare ai quaranta chilometri l’ora e la vittoria per la seconda volta consecutiva di Londra, con oltre otto minuti di vantaggio su tutti, Mauro Guenci vince anche la Maratona Internazionale di 21 km a Bormio.
Partenza alle 15,30 domenica 26 giugno da Grosio, paese a circa 20 km da Bormio, sotto un caldo cuocente. Gara importantissima perché presenti tutti i Teams professionistici mondiali in vetta alla classifica di coppa del mondo, capitanati ciascuno dai sette campioni del mondo uscenti. La gara pur essendo corta per le caratteristiche di Mauro (soli 21 km circa!), presentava variazioni altimetriche ed un gran premio della montagna. La partenza da Grosio, presentava un tratto stretto e pericoloso in pavé, Mauro Guenci ed i big partiti ad alta velocità da subito in testa, onde evitare cadute.
Si incaricano di una fuga da subito, il duetto del Team francese che guadagna in poco tempo circa 800 metri ma senza destare preoccupazione a Mauro che resta in seconda posizione, sempre controllato dagli altri che attendevano un suo allungo. Temuto infatti da tutti i fuoriclasse internazionali che conoscono le caratteristiche di Mauro e la condotta di gara, attendevano un suo strappo ed un suo tentativo di allungo. Il percorso presentava dopo circa 6 km, un falsopiano di circa 4 km; è lì che il senigalliese sferra l’allungo, subito seguito dai campioni internazionali. Di lì a poco riesce agevolmente a raggiungere il duetto passandoli ad alta velocità, continuando, senza girarsi ed aumentando ancora un po’ l’andatura. Al termine del falsopiano erano già rimasti in cinque; i Campioni Mondiali del calibro di Presti "Junior", Saggiorato, i fratelli Zangarini, Romani, Galiazzo, avevano già ceduto il passo all’elevato ritmo imposto da Mauro, gli resisteva solo il noto Presti "Senior", vincitore delle ultime due edizioni di Coppa del Mondo.
"Mi sono girato un attimo per vedere le condizioni dei quattro avversari,dice Mauro, erano visibilmente affaticati ed ho deciso di attaccare di nuovo, mi sentivo ancora bene e ne ho approfittato!"Al nuovo scatto di Mauro, i tre cedono il passo, restandogli dietro solo "il Presti".
"Era molto piegato in avanti – continua Mauro visibilmente affaticato – ho quindi allungato ancora all’inizio della salita che precedeva il GPM e me ne sono andato via solo senza che lui reagisse".
Vinto il GPM, la strada presentava una discesa pericolosa di circa 1 km. che Guenci sotto lo stupore di tutti, affronta alla velocità di oltre 110 km/h, permettendogli di guadagnare altri preziosi secondi. Gli ultimi 5 km percorsi ad elevata velocità, gli hanno permesso di arrivare solo al traguardo con circa 2 minuti di vantaggio su Presti e Bighin ed oltre 5/10 minuti su tutti altri!
"Ho vinto la gara più importate della mia carriera – afferma Mauro – perché c’erano tutti ed ho dimostrato a me stesso di essere ancora un Numero Uno!"

Redazione Senigallia Notizie
Pubblicato Lunedì 4 luglio, 2005 
alle ore 10:28
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!